L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 21 novembre 2020

Bitcoin la moneta inattaccabile diventa bene rifugio come l'oro forse anche di più

Bitcoin

Brad Garlinghouse (Ripple): “Bitcoin è uno store of value”

By Amelia Tomasicchio - 20 Nov 2020

Il CEO di Ripple Brad Garlinghouse si è oggi espresso sul suo profilo Twitter in merito all’utilità di Bitcoin, visto secondo lui ormai come uno store of value contro l’inflazione, mentre XRP sarebbe per lui invece un vero e proprio metodo di pagamento.

Never a dull moment in crypto! Institutional investor interest is skyrocketing... industry growth comes down to real world utility. As a store of value, BTC is an extremely useful inflation hedge. XRP’s speed, cost and scalability make it extremely useful for payments. (1/2)

Secondo Brad Garlinghouse, la crypto di Ripple è veloce, scalabile e permette scambi economici, il che la rende perfetta per essere utilizzata come metodo di pagamento. 

Al contrario di Bitcoin che è ormai diventato un asset in cui la gente vuole investire per stare al riparo dall’inflazione che presto probabilmente colpirà un po’ tutto il mondo anche a causa del Coronavirus e del piano di stimoli della FED che farà si che sempre più dollari vengano stampati.

Per quanto ovviamente Brad possa essere di parte visto che è lui il CEO di Ripple e vorrebbe che XRP fosse sempre più utilizzata, di certo Bitcoin non è particolarmente adatto ad essere un metodo di pagamento: spesso infatti abbiamo visto come le sue fee storicamente non fossero poi così basse come quelle di altre crypto, anche se è sempre la crypto con più volumi e che attrae più interesse.

Brad Garlinghouse sulla regolamentazione di Bitcoin

Citando poi un articolo di Fortune.com, il CEO di Ripple spiega che è ora che i regolatori riconoscano il potenziale delle criptovalute e le regolino di conseguenza senza però limitare il settore.

Si dice infatti forse da troppo tempo ormai che la regolamentazione nel mondo crypto è inesistente o comunque inefficace, militante e imprecisa. Anche per questo motivo specialmente fino a qualche tempo fa, molti istituzionali o aziende tradizionali stavano alla larga da Bitcoin e criptovalute, avendo paura che i governi potessero poi decidere di limitare l’uso.


Nessun commento:

Posta un commento