L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 30 novembre 2020

Gli infidi ebrei sionisti pronti a tutto per scatenare una guerra contro l'Iran. Hanno dimostrato che uccidere per raggiungere i loro scopi è un'operazione illegale ma autolegittimante

“Affondate la Nimitz”: false flag immminente?

Maurizio Blondet 29 Novembre 2020 

Voci: l’imminente attacco israeliano contro l’Iran (molto presto) è inevitabile


Preparazione attraverso fake news:

“ Israele / Stati Uniti hanno ricevuto informazioni che l’Iran testerà una bomba nucleare sotterranea nelle prossime settimane.
C’è molto caos dietro le quinte mentre Israele dichiarerà il testare la sua linea rossa, ma l’amministrazione statunitense uscente non vuole avere nulla a che fare con la risposta. Pertanto, l’Iran ha scelto questo particolare periodo di tempo.

“Israele ha ucciso Fakhrizadeh per cercare di ritardare il processo. L’amministrazione israeliana non si aspetta aiuto dagli Stati Uniti (a causa del momento in cui ciò accade), ma è completamente pronta a farlo da sola.

“Dopo una riunione del governo iraniano, l’Iran ha affermato di aver preso una decisione sulla vendetta e sulla punizione severa, ma non ha detto contro chi”.

La “Promozione stabilità” degli Stati Uniti opera in modi misteriosi … (Gli Stati Uniti – e la regione – sarebbe meglio che gli Stati Uniti non lo facessero …) A minaccia per l’Iran, manda bombardieri pesanti in Medio Oriente attraverso Israele https : // timesofisrael.com/in-threat-to-i ran-us-send-heavy-bombers-to-middle-east-via-israel / … via

Tenete sotto controllo questo molto, molto da vicino nelle ore e nei giorni a venire. Ciò che accade rischia di trasformarsi in una situazione disastrosa per tutto il mondo quasi immediatamente.

Gli Stati Uniti riportano il gruppo d’attacco della portaerei USS NIMITZ indietro nel Golfo Persico.

Come tutti sanno, in un vero conflitto una portaerei dura pochi minuti. Poi viene affondata da missili o siluri nemici coi 5 mila uomini di equipaggio.

I MAS iraniani durante un’esercitazione.

La portaerei Nimitz si trova esattamente nella condizione in cui erano le Twin Towers : è decrepita, le spese di manutenzione sono aumentate fino a diventare insostenibili; andrebbe smantellata ma, come le Twin Towers, lo smantellamento ordinato e “pulito” nel senso sanitario-ecologico sarebbe stato ancor più costoso, basti pensare all’amianto da togliere prima dell’abbattimento; per la Nimitz si pensi al motore nucleare, il cui smaltimento è un problema insolubile.

Dunque un affondamento della Nimitz, di cui si possa dare la colpa all’Iran, l’Amalek, darebbe l’occasione migliore per scatenare la guerra (atomica) contro Teheran, e insiema la perfetta ragione “economica” per il suo disposal senza spese. E il motore nucleare nel fondo del Golfo Persico invece che nel cantiere americano, è cosa ottima.

E il petrolio e il gas non arriveranno più agli europei, o saranno molto rincarati

Nessun commento:

Posta un commento