L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 24 dicembre 2020

Automobilisti mucca da continuare a mungere. E noi andiamo in massa a votarli

Manovra, revisioni auto: in arrivo aumento di 10 euro


mercoledì 23 dicembre 2020

Un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio alla Camera, prevede che il costo della revisione dei veicoli aumenterà di 9,95 euro. La norma introduce anche un buono 'veicoli sicuri': in sostanza, la prima revisione che verrà fatta entro tre anni sarà esentata dall'aumento.
Il bonus varrà una sola volta e per un solo veicolo se si possiedono più auto.

I centri di revisione percepiranno dunque l'aumento che, nell'immediato, non ricadrà sui cittadini ma - per una sola volta - sarà compensato dallo Stato. La tariffa sarà aumentata con un apposito decreto del ministero delle Infrastrutture, di concerto con il Mef, da emanare entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta della legge di bilancio.

La norma spiega che "a titolo di misura compensativa dell'aumento, per i tre anni successivi all'entrata in vigore del decreto ministeriale è riconosciuto un buono denominato 'buono veicoli sicuri', ai proprietari di veicoli a motore che nel medesimo periodo temporale sottopongono il proprio veicolo e l'eventuale rimorchio alle operazioni di revisione. Il buono può essere riconosciuto per un solo veicolo a motore e per una sola volta. L'importo è pari a 9,95 euro". Il costo è stimato in 4 milioni l'anno nel 2021, 2022 e 2023.


Nessun commento:

Posta un commento