L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 3 dicembre 2020

Bitcoin - Le transazioni devono essere regolamentate e quindi riconoscibili

Consob: Savona, serve regolamentare i bitcoin

"La Bce deve poter controllare"

Redazione ANSAMILANO
02 dicembre 202018:42NEWS

(ANSA) - MILANO, 02 DIC - "Bisogna regolamentare. Non è vero che i bitcoin non siano usati.

C'è gente che si è fatta la piattaforma, soprattutto in Cina, in quantità infinite, spiazzando le banche centrali. Per ora la dimensione non è molto importante, ma se guardiamo i grafici di queste attività di trasformazione, da maggio in poi, con la crisi, sono balzate alle stelle. Si parla di 200 miliardi di dollari". Lo ha detto Paolo Savona, presidente Consob, nel corso della registrazione di Restart in onda stasera su Rai2. "Siccome lentamente spiazzano le attività ordinarie come il dollaro o l'euro - ha aggiunto - le banche centrali devono entrare nel sistema e fare veloce. La Cina è in grado di possedere le informazioni di tutte queste transazioni, se vuole e anche la Bce lo deve fare, rapidamente. Il futuro è quello. Le banche centrali devono avere l'informazione e poter controllare tutte le transazioni, se vogliamo combattere l'evasione fiscale e la creazione di volume di moneta, perché altrimenti sfugge". (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento