L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 2 dicembre 2020

Il Sardex acquisisce sempre di più la posizione di moneta complementare nazionale



30 NOVEMBRE 2020

Porto San Giorgio (Fm) 30 novembre.- – La Compagnia delle Opere Marche Sud ha siglato un accordo con Sardex SpA, che la impegna a diffondere presso i propri associati i principi che hanno ispirato la nascita del circuito di credito commerciale e favorirne l’iscrizione alla piattaforma e l’accesso ai servizi offerti.

“L’accordo con Sardex – spiega Massimiliano Di Paolo, direttore della Compagnia – nasce dalla condivisione del principio basilare della nascita e crescita delle relazioni tra soggetti economici, un valore che noi cerchiamo di esaltare attraverso varie attività, per facilitare la collaborazione tra i nostri associati, favorire la creazione di partnership e reti e, indirettamente, favorire la crescita del nostro territorio. Tutti elementi che ritroviamo nella piattaforma integrata Sardex”.

Sardex è la Community dell’economia reale, un circuito di Credito Commerciale che consente ad imprese, liberi professionisti e associazioni di scambiare beni e servizi su una piattaforma innovativa in cui, grazie alla valuta complementare e ad un conto digitale dove un sardex è uguale ad un euro, viene data la possibilità agli aderenti di ampliare il proprio mercato di riferimento e aumentare il proprio fatturato risparmiando liquidità in euro.

“Abbiamo sottoscritto l’accordo con Compagnia delle Opere Marche sud convinti che la condivisione dei principi sociali e uno scenario economico rispettoso della persona – ha dichiarato Marco De Guzzis ( nella foto), Amministratore Delegato di Sardex Spa – siano elementi di comune intesa per portare valore al territorio marchigiano. Sardex è da sempre al fianco delle imprese, e in particolare degli imprenditori – aggiunge De Guzzis – che ogni giorno hanno il coraggio di credere nella propria attività e di guardare al futuro. E la validità dei servizi offerti è testimoniata dal fatto che in un contesto in cui tutti gli indicatori macroeconomici sono in deciso calo, il transato tra gli iscritti, cioè il dato che registra l’importo degli scambi tra le imprese, è cresciuto del 25% negli ultimi 4 mesi.”

Dal 2010 ad oggi, attraverso la piattaforma sono stati transati più di 600 milioni di crediti con oltre 600 mila operazioni effettuate solo lo scorso anno. Inoltre nel circuito gli aderenti hanno accesso a credito aggiuntivo senza pagare interessi, riducendo la necessità di disponibilità in euro e potendo investire nella propria attività, e hanno la possibilità di aprire conti privati sia per i titolari che per i collaboratori, per effettuare spese personali presso le altre aziende iscritte. Al circuito sono iscritte più di 10.000 aziende in tutta Italia con un tasso di crescita delle iscrizioni nel 2020 dell’86%.

Nessun commento:

Posta un commento