L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 9 dicembre 2020

Negli Stati Uniti prevale il gioco delle tre carte. Carta vince carta perde

Breve storia triste. Del TG3

Maurizio Blondet 8 Dicembre 2020 

#RaiNews – Ricorso del Texas alla #Cortesuprema Usa: “Bloccare il voto del collegio elettorale in 4 Stati. Se accolto potrebbe consegnare la Presidenza a #Trump

Lo Stato del Texas ha denunciato alla Corte Suprema quattro stati, dove il voto è in bilico, perché esamini se vi è stata in esso frode elettorale: Pennsylvania, Georgia, Michigan, Wisconsin . Se la Corte suprema accoglie il ricorso, riconoscendo l’incostituzionalità elettorale in questi stati, è finita per il Deep State . Trump vincerebbe le elezioni.

DI BELLA (TG3 RAI): “il ricorso del Texas presso la Corte Suprema NON SARÀ ACCOLTO, questo è il pensiero qui in Usa, e anche T. si sta arrendendo alla sconfitta tanto che ha comprato villa da 30 milioni in Florida x la famiglia “

…solo dodici ore dopo la sua presentazione, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha ufficialmente iscritto la causa del Texas contro Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin , il che significa che il caso sarà ascoltato.


Nessun commento:

Posta un commento