L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 24 dicembre 2020

Se 800 posti di magistrati da coprire sembrano pochi

Il CSM inizia a coprire gli oltre 800 posti di magistrati vacanti in Calabria

22 Dicembre 2020 Blog dell'Editore
di Vik van Brantegem


Davvero una notizia bomba, la notizia pubblicato oggi dalla stampa calabrese. Per decenni il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri ha chiesto magistrati in ruolo per coprire i buchi di organico, ma le sue richieste sono state sempre disattese. Ora pare che il vento al Consiglio Superiore della Magistratura – dopo la bufera del caso Palamara – sia davvero cambiato. Ne vedremo delle belle!

Calabria: 33 nuovi magistrati tra Reggio, Vibo e Catanzaro
Importante la scelta di garantire totale copertura agli organici dei tribunali di Catanzaro, Reggio e Vibo. Ben 18 rinforzi per il distretto di Catanzaro e 15 per quello di Reggio Calabria


Il plenum del CSM ha approvato all’unanimità la pratica urgente con cui la Terza Commissione ha individuato le sedi che saranno assegnate ai magistrati vincitori dell’ultimo concorso e che stanno terminando il tirocinio. Per il Presidente della Commissione, il togato di Area Giovanni Zaccaro, relatore della pratica, si tratta di «un intervento che copre solo parzialmente gli oltre 800 posti vacanti in primo grado, che potranno essere integralmente coperti solo con lo svolgimento di nuovi concorsi per il reclutamento di magistrati, concorsi rallentati dalla pandemia». Zaccaro ha spiegato che «la scelta delle sedi si è fondata sulla volontà di dare piena copertura a tutti gli uffici piccoli e a quelli che soffrono una endemica scopertura: di particolare rilievo la scelta di garantire la totale copertura degli organici dei tribunali di Reggio Calabria, Catanzaro e Vibo Valentia, uffici di frontiera generalmente poco ambiti dai colleghi più grandi, ma chiamati a sfide giurisdizionali di altissimo livello. Ben 18 rinforzi per il distretto di Catanzaro e 15 per quello di Reggio Calabria».

Il togato di Magistratura Indipendente Antonio D’Amato ha parlato in plenum «di una scopertura che rapidamente, nell’arco di 2 anni, arriverà a 2mila magistrati; a fronte dell’attuale di oltre 800 magistrati. Per questo – ha concluso D’Amato – serve pianificare subito i prossimi concorsi e fare presto».

Giustizia: 33 nuovi magistrati in Calabria
di Saverio Puccio

Il Procuratore Nicola Gratteri ne ha sempre fatto una propria battaglia: ottenere la totale copertura degli organici nei tribunali della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, abbinando investigatori di alto profilo. E se sul secondo aspetto lo stesso procuratore aveva più volte ribadito gli ottimi rapporti con i vertici di carabinieri, polizia e guardia di finanza, la buona notizia è arrivata oggi, seguendo anche un analogo appello che era stato formulato nei mesi scorsi dal Procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri. Il Consiglio superiore della magistratura ha assegnato, infatti, 33 magistrati ai distretti di Catanzaro e Reggio Calabria, coprendo totalmente la dotazione organica.

Foto di copertina: il Procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri e il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri.

Nessun commento:

Posta un commento