L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 16 gennaio 2021

I soldi delle rivoluzioni colorate vengono dagli Stati Uniti, a capo dell'organizzazione viene messa la più spregiudicata

Biden nomina a capo di USAID una specialista dell’esportazione della democrazia

Maurizio Blondet 15 Gennaio 2021 

Il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden ha scelto la politica democratica di lunga data Samantha Power a capo dell’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID). “Semplicemente non c’è nessuno migliore per rendere la nostra agenda di sviluppo un pilastro centrale della nostra politica estera”, ha detto in una dichiarazione video.

USAID – United States Agency for International Development – si autodefinisce organizzazione umanitaria, che dà aiuti per lo sviluppo dei paesi poveri. In realtà è stata determinante nel finanziare una serie di operazioni di cambio di regime in tutto il mondo. I fondi dell’USAID sono stati utilizzati per sostenere le insurrezioni dell’opposizione in Venezuela e Nicaragua, ad esempio, mentre l’organizzazione ha continuato a utilizzare le sue sovvenzioni per fornire formazione alla leadership ai suoi candidati politici preferiti a livello globale. Allen Weinstein, co-fondatore del National Endowment for Democracy, un’organizzazione finanziata dall’USAID, ha detto al Washington Post: “Molto di quello che facciamo oggi è stato fatto sotto copertura dalla CIA 25 anni fa”.

La nomina di Power è stata fortemente sostenuta dal vicepresidente di Biden Kamala Harris. “Una delle sfide più urgenti che la nostra nazione deve affrontare è ripristinare e rafforzare la leadership globale dell’America come sostenitrice della democrazia, dei diritti umani e della dignità di tutti”, ha detto Harris.

L’USAID, insieme alle altre ONG americane National Endowment for Democracy (NED), Project for the New American Century (PNAC) ha sostenuto l’Open Society Institute dell’investitore statunitense George Soros nell’organizzare le manifestazioni in Macedonia.

Secondo Wikileaks, Soros e le ONG hanno utilizzato il Center for Applied Nonviolent Action and Strategies (Canvas) per il progresso. Dai documenti di Wikileaks risulta che Canvas è finanziato in parte dalle organizzazioni statunitensi Freedom House, International Republican Institute, NED, Open Society Institute, United States Institute of Peace e USAID. L’istituto francese ” Centre français de recherche sur le renseignement (CF2R)“Riferisce che l’ex direttore della CIA James Woolsey è responsabile della formazione degli attivisti operativi sulla Rete.


Nessun commento:

Posta un commento