L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 20 gennaio 2021

I vaccini con modificazione genetica sono un grande esperimento di massa

Lista degli agenti russi e cinesi contro Pfizer

Maurizio Blondet 19 Gennaio 2021 

Dobbiamo a Il Foglio questa rivelazione di eccezionale valore:


Gli attacchi hacker all’Ema, la diffusione di fake-news da parte di esponenti del regime cinese e dell’account del vaccino russo Sputnik V. Minare la credibilità del vaccino, di chi lo produce e di chi l’ha autorizzato indebolisce l’Europa e allontana l’uscita dall’emergenza”.

Siamo perfettamente d’accordo: le notizie che criticano il vaccino Pfizer o segnalano effetti collaterali letali vanno soppresse, non devono apparire perché sono falsità diffuse dalla propaganda russo-cinese, confezionate apposta per indebolire l’Europa.

Siamo lieti di contribuire a denunciare e smascherare agenti russi e cinesi infiltrati, onde siano presi i più severi provvedimenti.

Qui il quotidiano israeliano Haaretz, notorio covo di simpatizzanti per Pechino e Mosca



La notizia di cui sopra è falsa e non dovrebbe mai essere stata stampata. Israele è il paese con la più alta percentuale di vaccinati per 100 mila abitanti, e invece di lodare le guarigioni ottenute, cosa fanno questi prezzolati al soldo di Putin?

“Il quotidiano israeliano Calcalist riferisce che il Comitato Helsinki per i diritti umani dovrebbe pubblicare un comunicato in cui si afferma che Pfizer sta conducendo esperimenti umani non autorizzati.

L’organizzazione internazionale volta a garantire i diritti dell’uomo, istituita sulla base dell’Atto di Helsinki del 1975 della Conferenza sulla sicurezza e cooperazione in Europa, dovrebbe presentare un esposto al Ministero della Salute israeliano relativo alla vaccinazione di massa promossa dallo Stato Israeliano con Pfizer, in quanto si tratta di uno studio clinico e necessita di un’approvazione preventiva.

Il Comitato Helsinki potrebbe anche chiedere al Governo israeliano di interrompere il trasferimento di informazioni sulla vaccinazione di massa alla Pfizer.

La Dottoressa Tehila Schwartz-Altshuler del Center for Democratic Values and Institutions afferma: “Dire che questo non è un esperimento è una bugia”.

Insomma vorrebbero trascinare Pfizer davanti a un nuovo tribunale di Norimberga.

E a riportarlo – inaudito! – è l’organo dei coloni che occupano i territori palestinesi! Chi poteva immaginare che la direzione è in mano a hackers filo-cinesi?



Più si vaccinano, e più si ammalano di Covid. Ecco i risultati in Israele dopo vaccini a 1/4 della popolazione + 3 settimane di lockdown. E’ un fake per indebolire la UE

L’ultimo report della farmacovigilanza israeliana segnala 13 casi di paralisi facciale dopo la somministrazione del vaccino Covid.

Ma questo lo riporta direttamente Russia Today, quindi si smentisce da sé: propaganda dell’FSB


13 Israelis suffer FACIAL PARALYSIS after taking Pfizer Covid jab, amid influx of reports detailing adverse effects — RT World News

At least 13 Israelis have experienced facial paralysis after being administered the Pfizer Covid-19 vaccine, a month after the shot.

E qui sotto l’inqualificabile calunniatore di Pfizer, il Jerusalem Post:


Rabbi Yisrael Meir Lau receives a Covid-19 vaccine, at Tel Aviv Sourasky Medical Center (Ichilov), on December 20, 2020. Photo by Miriam Alster/Flash90 *** בישראל נגד נהקורונה

MA questo è niente: in Francia, s’è smascherato da sé come agente cinese una personalità inserita ai vertici del governo. Nientemeno che:

Il Ministro della Sanità francese Olivier Veran ha comunicato che sono stati registrati 5 decessi come possibili reazioni avverse al vaccino Covid. Tre decessi sono stati segnalati al centro di farmacovigilanza regionale di Nancy, un decesso a Tours e un altro a Montpellier.

Inoltre, si registrano in Francia 139 eventi avversi gravi dopo la vaccinazione Covid. In altri Paesi europei sono stati segnalati 71 decessi dopo la vaccinazione in Regno Unito, Germania, Danimarca e Norvegia”.

Per far buon peso, consegniamo ai sorveglianti anche questa eurodeputata francese, che mente spudoratamente perché nel libro paga di Xi:

“Ho visto il contratto dei vaccini”…”Ma oltre al prezzo sono molti i dati che non vengono resi noti. “Allora – prosegue Rivasi – non è possibile, non si possono dare così tanti soldi pubblici senza contropartita”. E soprattutto, “chi è responsabile degli effetti collaterali? Dovete rispondere su questo, perché nei contratti non c’è nulla. Se mi vaccino domani e ho una paralisi facciale, chi ne risponde? Lo Stato o la compagnia farmaceutica? Dovete rispondere”. L’ eurodeputata francese lancia la bomba sugli effetti collaterali – Il Tempo


Un contratto pieno di omissis e “seppellito” in un una stanza di Bruxelles con rigide regole di accesso. E quelle poche informazioni…

California! Lo stato più progressista degli Stati Uniti! Ebbene, il suo governo è infestato di pidocchi prezzolati da Putin: hanno interrotto la somministrazione con la scusa di effetti collaterali – battono la fiacca e indeboliscono la fiducia nella scienza. Per questi ci vuole il colpo alla nuca.

“Domenica 17 gennaio i funzionari del dipartimento sanitario dello Stato della California hanno comunicato la sospensione della somministrazione di 330.000 dosi del vaccino Covid Moderna, relative ad un lotto sotto inchiesta da parte dell’organo governativo di farmacovigilanza CDC, a causa di numerose reazioni allergiche gravi segnalate.

“Un numero superiore al solito di gravi reazioni allergiche è stato segnalato in relazione ad uno specifico lotto di vaccino Covid Moderna, somministrato in una clinica californiana” ha affermato la dottoressa Erica Pan, epidemiologa dello Stato della California.

Le 330.000 dosi del lotto oggetto di indagine sono state distribuite in tutta la California tra il 5 e il 12 gennaio.

I funzionari di Stato non hanno diffuso il nome e l’ubicazione della clinica e non sono state specificate le gravi reazioni avverse riscontrate.


Ma noi in Italia stiamo infinitamente peggio: abbiamo frotte di agenti russo-cinesi nientemeno che nelle forze armate! Indeboliscono l’Europa seminando fake news tra gli ufficiali dell’Aeronautica: 

“IL VACCINO STA DIVENTANDO UN PROBLEMA PER I MILITARI CHE NON INTENDONO VACCINARSI O MAGARI C’E’ CHI VUOLE VACCINARSI MA NON FIRMARE IL CONSENSO? Sembra che l’Aeronautica Militare, come scritto sull’interrogazione, ha già diramato disposizioni in merito. PRESENTATA INTERROGAZIONE AL GOVERNO” (dal sito www.forzearmate.eu).

IL RISCHIO RELATIVO AI VACCINI PLURIDOSE – COM’È QUELLO DI PFIZER – È ORMAI RISAPUTO. Lo sanno tutte le autorità competenti in materia: i Ministeri, l’Istituto Superiore di Sanità e l’Aifa. Tutti sono da tempo informati della maggiore pericolosità dei pluridose, data la pubblicità dei lavori e dei risultati della commissione di inchiesta sull’uranio impoverito e sui vaccini.

La Commissione nella scorsa legislatura ha infatti ribadito che «nell’ottica della eliminazione o quantomeno della massima riduzione del rischio di effetti negativi conseguente all’uso di vaccini in dosi multiple, RACCOMANDA L’UTILIZZO DI VACCINI MONODOSE» e che «[…] tale modalità di inoculazione appare, dunque, la più corretta per evitare l’insorgere di reazioni avverse».

Malgrado ciò, oggi per i nostri militari «l’eventuale rifiuto di sottoporsi ad una vaccinazione “indispensabile”, dovrà essere annotato e controfirmato sulla scheda vaccinale e notificato al Comandante di Corpo per i PROVVEDIMENTI DI COMPETENZA» (circolare dell’Aeronautica militare comando logistico, servizio sanitario, n. M D ARM003-REG2020-0138864-28-12-2020 avente ad oggetto: «Emergenza epidemica CORONAVIRUS COVID-19»).

I provvedimenti consequenziali plausibili sono le sanzioni previste per la DISERZIONE, RIVOLTA, AMMUTINAMENTO, PROCURATA INFERMITÀ O DI ABBANDONO DI POSTO, anche se in nessuna di queste fattispecie ricade la “non vaccinazione”, in quanto le obiezioni possono venire ricondotte a motivi ostativi previsti dal codice dell’ordinamento militare e non ad una disobbedienza ad un ordine”….

A diffondere la notizia di cui sopra – falsa al cento per cento, lo diciamo subito – è del resto Sara Cunial, già pesantemente sospetta da tempo come imbeccata da Vladimir Vladimirovic. 

Ma che dico? A noi europeisti cascano le braccia quando si scopre che a diffondere la propaganda russa per screditare Pfizer è addirittura Bloomberg:

L’agenzia del farmaco norvegese segnala i gravi rischi del vaccino Covid della Pfizer sugli anziani dopo il decesso di 23 persone.

È la prima volta che un’agenzia del farmaco di un Paese europeo esprime dubbi così gravi sul vaccino Covid


Norway Warns of Vaccination Risks for Sick Patients Over 80

Norway said Covid-19 vaccines may be too risky for the very old and terminally ill, the most cautious statement yet from a European health authority as countries assess the real-world side effects L’agenzia del farmaco norvegese segnala i gravi rischi del vaccino Covid della Pfizer sugli anziani dopo il decesso di 23 persone.

È la prima volta che un’agenzia del farmaco di un Paese europeo esprime dubbi così gravi sul vaccino Covid


Norway said Covid-19 vaccines may be too risky for the very old and terminally ill, the most cautious statement yet from a European health authority as countries assess the real-world side effects

E il British Medical Journal? Un tempo autorevole rivista medica?



Adesso è al servizio di Pechino. Spudoratamente mina la credibilità del vaccino, di chi lo produce e di chi l’ha autorizzato – allo scopo evidente di indebolire l’Europa e allontanare l’uscita dall’emergenza. Da qui la mia doverosa delazione a chi di dovere, come segno della mia inconcussa fede.

Nessun commento:

Posta un commento