L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 1 gennaio 2021

Il gas dell'ex South Stream arriva in Euroimbecilandia attraverso il TurkStream. Parte dei 31 miliardi di metri cubi di gas arriveranno in Bulgaria, Serbia, Ungheria, l'Italia tagliata fuori dalla Germania-Francia-Stati Uniti quando fecero annullare pretestuosamente il South Stream, doveva diventare/è diventato l'hub (Tap) del gas proveniente dall'Azerbaijan con portata annuale di metano dimezzata. Scuola di Brindisi docet

Serbia, prime quantità di gas dal TurkStream

 

Comincia a funzionare il tratto serbo del gasdotto TurkStream. Nell'immagine: una cerimonia con le autorità politiche avvenuta lo scorso gennaio. KEYSTONE/AP Pool Presidential Press Service sda-atsQuesto contenuto è stato pubblicato il 31 dicembre 2020 - 08:1431 dicembre 2020 - 08:14(Keystone-ATS)

Le prime quantità di gas proveniente dal gasdotto TurkStream hanno cominciato da oggi il flusso lungo il tratto serbo del ramo balcanico.

Il direttore della compagnia distributrice 'Srbijagas' Dusan Bajatovic, nel darne notizia, ha detto che fino a ieri sono stati effettuati con successo i test di funzionalità del sistema.

L'inaugurazione ufficiale del gasdotto in territorio serbo è previsto per il primo gennaio alla presenza del presidente Aleksandar Vucic.

Il tratto che corre nel territorio della Serbia - dal confine con la Bulgaria (Zajecar) a quello con l'Ungheria (Horgos) - è lungo 403 km. Il TurkStream è un progetto del colosso energetico russo Gazprom e della compagnia turca Botas, ed è destinato a fornire gas russo alla Turchia e all'Europa sudorientale.

È lungo 930 km con una capacità di 31,5 miliardi di metri cubi di gas all'anno. Il primo ramo attraversa la Turchia, il secondo va verso Bulgaria, Serbia e Ungheria.

Nessun commento:

Posta un commento