L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 21 gennaio 2021

Il Sistema mafioso massonico politico istituzionalizzato continua ad essere sotto attacco, senza respiro

‘Ndrangheta Crotone, arrestato Talarico e indagato Cesa: terremoto Gratteri nell’Udc

NOMI-VIDEO | Ai domiciliari il segretario calabrese del partito e attuale assessore regionale al Bilancio, mentre il numero uno nazionale dello Scudo crociato ha già annunciato le sue dimissioni con effetto immediato. I nomi dei due politici emergono dall'inchiesta Basso profilo condotta dalla Procura di Catanzaro (ASCOLTA L'AUDIO)

di Redazione 
21 gennaio 2021 10:36

Nomi di peso emergono tra i politici finiti nell'inchiesta Basso profilo. Tra questi anche il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa, la cui figura – in questi ultimi giorni – è stata coinvolta nella crisi di governo. Cesa rappresentava uno dei possibili costruttori a sostegno della compagine giallo-rossa. Stamani, invece, è scattata la maxi-operazione anti 'ndrangheta, coordinata dalla procura distrettuale antimafia di Catanzaro. È indagato per associazione a delinquere semplice. L'abitazione romana del parlamentare è stata perquisita stamane dalle forze dell'ordine su disposizione della procura di Catanzaro. Tra gli arrestati (ai domiciliari) invece figura il segretario regionale dello stesso partito, nonché assessore regionale al Bilancio, Francesco Talarico (dovrà rispondere di voto di scambio e associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso). 

Cesa: «Mi dimetto»

Cesa conferma di avere «ricevuto un avviso di garanzia su fatti risalenti al 2017» e spiega: «Mi ritengo totalmente estraneo, chiederò attraverso i miei legali di essere ascoltato quanto prima dalla Procura competente».

«Come sempre - assicura - ho piena e totale fiducia nell’operato della magistratura. E data la particolare fase in cui vive il nostro Paese - annuncia - rassegno le mie dimissioni da segretario nazionale, con effetto immediato».

Inchiesta Basso profilo

Nel blitz – portato avanti da Dia, Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di finanza - coinvolti amministratori locali, imprenditori e professionisti (tra cui il notaio di Catanzaro, Rocco Guglielmo). Ottantuno le persone per le quali la Procura aveva ipotizzato reati, quarantanove quelle raggiunte da misura cautelare. Tredici persone sono state arrestate e portate in carcere e 35 ai domiciliari. Nell'inchiesta emergono anche i nomi di Tommaso Brutto, ex consigliere comunale di Catanzaro. E il figlio Saverio Brutto, assessore al comune di Simeri Crichi. Tra i destinatari, i maggiori esponenti delle cosche Aracri, Arena e Grande Aracri, operanti nel Crotonese, oltre a imprenditori di spessore ed esponenti della pubblica amministrazione collusi con le organizzazioni criminali.

I sequestri

Oltre alle misure cautelari, la Procura della Repubblica di Catanzaro ha disposto l’esecuzione di numerosi sequestri di beni costituiti da 59 società, 45 immobili, 29 autoveicoli di cui 2 Porsche (911 Carrera 4 e Boxter), 77 conti correnti, 24 carte di credito ricaricabili, 1 imbarcazione del tipo Invictus 370, 1 lingotto d’oro e 1 orologio ROLEX. Nel corso delle indagini è stata accertata la movimentazione illecita di denaro per un valore di oltre trecento milioni di euro. Un'interdittiva e divieto di dimora sono stati emessi a carico del notaio Rocco Guglielmo, di 58 anni, di Catanzaro. È uno dei più noti ed attivi notai calabresi. 

I nomi degli indagati
Luigi Alecce, nato a Catanzaro il 25.06.1965, residente Copanello di Stalettì 
Bruno Andreoli, nato a Crotone il 07.08.1982, residente a Roccabernarda (KR)
Anna Rita Antonelli, nata a Olevano Romano (RM) il 9.08.1956, ivi residente
Edmond Baci nato a Tirana (Albania) il 29.12.1966, domiciliato in Catanzaro 
Henrik Baci, nato in Albania il 16.01.1976, residente in Albania
Antonio Santo Bagnato, nato a Roccabernarda (KR) l’1.11.1967, ivi residente
Elena Banu, Nata a Craiova (Romania) il 28.06.1971, residente in Sellia Marina 
Luciano Basile, nato a Palermo il 18.10.1971
Giuseppe Bonofiglio nato a Crotone il 04.11.1974,residente a Roccabernarda 
Rosario Bonofiglio nato a Roccabernarda (Kr) il 20.03.1965, ivi residente 
Tommaso Brutto, nato a Settingiano (CZ) il 08.04.1963, residente a Catazanro 
Saverio Brutto, nato a Catanzaro il 09.06.1989, ivi residente
Mariarosaria Caliò, nata a Catanzaro il 24.05.1969, residente a Sellia M.na 
Pier Paolo Caloiro, nato a Crotone il 29.06.1979, residente a Cutro (KR) 
Simona Cannarozzi, nata ad Ivrea (TO) il 17.12.1984, residente a Cagliari 
Eliodoro Carduccelli, nato a Catanzaro, il 06.04.1978, ivi residente
Ilenia Cerenzia, nata a Crotone il 13.05.1998, residente a Botricello
Lorenzo Cesa, nato ad Arcinazzo Romano (Roma), residente a Roma 
Nicola Cirillo, nato a Catanzaro il 21 dicembre 1967, residente a Sellia Marina (CZ)
Monica Comberiati, nata a Crotone il 26.03.1993, residente a Roccabernarda (KR) 
Eugenia Curcio, nata a Crotone il 03.02.1973, residente a Botricello (Cz)
Ercole D’Alessandro, nato a Fuscaldo (CS) il 22.09.1955, residente a Catanzaro 
Luciano D’Alessandro nato a Palermo il 24.03.1976, residente a Catanzaro 
Vincenzo De Luca, Nato a Catanzaro il 24 marzo 1979, ivi residente 
Concetta Di Noia, nata a Torino il 17.12.1972, residente a Sellia Marina
Giulio Docimo, nato a Cosenza il 25.02.1959, residente a Montalto Uffugo 
Stefano Docimo, nato a Cosenza il 23 maggio 1992, residente a Montalto Uffugo 
Antonella Drosi, nata a Catanzaro il 05.11.1956, ivi residente 
Valerio Antonio Drosi, nato a Catanzaro il 26.07.1963, residente a Squillace (CZ) 
Natale Errigo nato a Reggio Calabria il 14.08.1986, ivi residente
Mario Esposito, nato a Soveria Simeri (CZ)
Antonio Grillone, nato a Botricello il 18.09.1967 ed ivi residente
Rocco Guglielmo, nato il 12.09.1963 a Catanzaro, ivi domiciliato
Odeta Hasaj, nata in Albania il 16/05/1967;
Bilar Hoxa, nato in Albania il 17.04.1991, ivi residente
Domenico Iaquinta, nato a Crotone il 11.07.1982 e residente a Cropani
Alban Keta, nato in Albania il 27.12.1993, domiciliato a Catanzaro
Bledar Koci, nato a Tirana (Albania) il 09.06.1988, ed ivi residente
Giuseppe La Bernarda nato a Catanzaro il 07.04.1968, residente a Crotone
Rodolfo La Bernarda nato a Cotronei (KR) il 01.01.1964, ivi residente
Giuseppe Lammanna, nato a Torino il 19 ottobre 1986, residente in Sellia Marina
Andrea Leone, nato a Catanzaro il 21.08.1968 ed ivi residente
Francesco Lerose, nato a Roccabernarda, il 13.02.1970 residente a Catanzaro
Francesco Luzzi, nato a Cosenza (CS) il 05.05.1983, residente Montalto Uffugo
Santo Mancuso nato a Catanzaro il 14.05.1973 ed ivi residente
Giuseppe Mangone, nato a Catanzaro il 28.09.1977, residente a Sellia Marina
Francesco Mantella nato a Catanzaro il 07.09.1966, ivi residente
Roberto Mari, nato a Roma il 15.07.1968, residente a Sellia Marina
Ieso Marinaro, nato a Catanzaro il 09.091964, ivi residente
Liberato Giuseppe Paciullo, nato a Catanzaro il 23.12.1954, ivi residente
Daniela Paonessa, nata a Catanzaro il 21.12.1976, ivi residente
Rositsa Pazieva, nata in Bulgaria il 20.07.1981 e residente a Roccabernarda
Antonino Pirrello nato Reggio Calabria il 18.12.1979, ivi residente
Raffaele Posca, nato a Catanzaro il 08.09.1981, ivi residente
Andrea Rosa, nato a Torino il 02.06.1993, residente a Collegno
Tommaso Rosa, nato a Crotone il 25.09.1964 e residente a Sellia Marina
Victoria Rosa, nata a Torino il 14.04.1989,, residente a Roccabernarda
Rolando Russo, nato a Catanzaro il 28.01.1984, residente in Sellia Marina
Giuseppe Selvino nato a Santa Severina (KR) il 11.10.1960, ivi residente
Giovanni Lorenzo Servidio, nato a Cosenza il 10.08.1988, residente in Rose
Maurizio Silipo, nato a Catanzaro il 17.12.1959, e residente a Lattarico
Maria Teresa Sinopoli, nata a Catanzaro il 02.03.1977, residente a Squillace
Giorgia Sollecchia, nata a Bracciano (RM) il 03.07.1988, residente in Monteforte D’Alpone
Tommaso Stranges, nato a Conflenti (CZ) il 09.02.1957, residente in Lamezia Terme
Francesco Talarico nato a Nicastro (CZ) il 11.01.1967, residente a Lamezia Terme
Rosa Talarico nata a Catanzaro il 16.06.1988 e residente a Sellia Marina (CZ)
Luca Torcia, nato a Crotone (CZ) il 03.03.1991 e residente a Roccabernarda
Rosa Torcia, nata a Catanzaro il 16.03.1968 e residente a Roccabernarda
Giuseppe Truglia nato a Catanzaro il 26.08.1977, residente a Vallefiorita
Memlin Voci, nato in Albania (EE) il 05.03.1967, domiciliato in Catanzaro
Pino Volpe, nato a Catanzaro il 17.12.1967, residente ad
Alberto Zavatta, nato a Catanzaro (CZ) il 02.01.1985, residente Borgia
Claudio Zavatta, nato a Gerace (RC) il 28.11.1957, residente a Catanzaro

Nessun commento:

Posta un commento