L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 17 gennaio 2021

L'influenza covid è diventata pandemia, l'ha detto la televisione e twitter

"Non esiste la pandemia": Eleonora Brigliadori nella bufera

L'attrice Eleonora Brigliadori nel mirino dei social per un suo post che nega l'esistenza della pandemia6

Eleonora Brigliadori prosegue la sua crociata contro il Covid. Dopo essersi detta fortemente contraria al vaccino, sottolineando come preferirebbe morire piuttosto che essere obbligata a farselo iniettare, l’attrice ha pubblicato un post su Facebook in cui nega l’esistenza della pandemia.
“Non esiste la pandemia”: Eleonora Brigliadori nella bufera

“Ma veramente credete che tra un po’ terminerà il progetto CO VI D 19/25?”. Questo l’inizio del post di Eleonora Brigliadori, sul proprio account Facebook.

Secondo l’atttice “non esiste alcuna pan–demos ma solamente esiste ed è in atto il progetto transumanista che ha bisogno di creare false flag per portare l’umanità ad accedere nella nuova realtà computerizzata quantistica dove il gregge sarà diventato pila per far vivere AI ossia la realtà informatica mentre il corpo biologico sarà stato retroevoluto mediante i retrovirus iniettati con le vacci–nazioni. Tutte le nazioni dovranno entrare in questa nuova realtà”.

Una frase arzigogolata secondo molti utenti, che su Twitter hanno immediatamente attaccato la Brigliadori con l’arma dell’ironia.
Eleonora Brigliadori negazionista, gli utenti su Twitter: “Non siamo in Matrix”

C’è chi commenta le parole della Brigliadori tirando in ballo Diego Fusaro: “Secondo me il ghostwriter della Brigliadori è Diego Fusaro. Il delirio è lo stesso”.

Oppure chi ironizza sulla trilogia cinematografica Matrix: “La cosa buffa è che probabilmente si è limitata a veder su youtube la clip del film Matrix in cui Morpheus dice a Neo che l’essere umano è stato ridotto ad una batteria! Poi ha unito il tutto con le solite frasi comblottiste negazioniste e l’ha sparato in un post”.

Nessun commento:

Posta un commento