L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 16 gennaio 2021

Stati Uniti, vietato tassare il sistema finanziario che può scorazzare libero per il mondo a ingozzarsi di soldi

Confronto di cifre

Maurizio Blondet 15 Gennaio 2021 

Dal Financial Times:


Sembra – ed è – una cifra astronomica , inimmaginabile. Un trilione sono mille miliardi di dollari. Nel disegno di legge Biden , di questi 1,9 oltre 1 trilione andrebbe per aiuti diretti, e 440 miliardi di dollari per enti locali e imprese – più del doppio del disegno di legge bipartisan da 900 miliardi di dollari approvato il mese scorso.

Cifra fantastica per i poveri e gli impoveriti. Ma confrontiamola con


La corsa record del mercato azionario è un’ottima notizia per BlackRock:

BlackRock ( BLK ) , la più grande società di gestione del denaro al mondo, ha chiuso l’anno con quasi $ 8,7 trilioni di attività totali, un aumento del 17% rispetto a un anno fa.

Circa 2,7 trilioni di dollari degli asset gestiti da BlackRock sono negli ETF iShares della società. È aumentato del 19% dalla fine del 2019. Gli investitori hanno investito quasi 79 miliardi di dollari di nuovi fondi nei fondi iShares solo nel quarto trimestre.

Le azioni di BlackRock sono aumentate di quasi il 50% negli ultimi 12 mesi, mentre il Financial Select Sector SPDR Fund ( XLF ) , un ETF che detiene la maggior parte delle principali banche americane, è cresciuto solo dell’1%.

Dunque il fondo finanziario speculativo ha in pancia quasi 5 volte l’enorme, astronomica, inaudita cifra che Biden vuole creare dal nulla per alleviare la condizione del popolo americano devastato dal covid-collasso. Si aggiunga che la proposta di Biden verrà sicuramente silurata dai repubblicani.

In un mondo reale, la soluzione sarebbe auto evidente: un prelievo fiscale su Blackrock basterebbe a finanziarie gli aiuti promessi da Biden. Ma, strano, nessuno lo propone.

In banconote da 100 dollari, che volume occupa un milione, un miliardo, un trilione?

Nessun commento:

Posta un commento