L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 17 gennaio 2021

Una deriva più che pericolosa

Le Bocche Inutili

Maurizio Blondet 16 Gennaio 2021 

Prima era una calunnia di negazionisti nemici della Scienza. Ma adesso che l’ha lanciata Bloomberg, è vera:

“Ventitré – 23 – anziani norvegesi sono morti dopo aver ricevuto i vaccini Pfizer. Almeno tredici sono strettamente correlabili alla vaccinazione secondo l’Agenzia norvegese per i medicinali”.

23 decessi su solo 25.000 persone vaccinate con i vaccini Pfizer sono una percentuale rilevante. Incidenza circa 1,16 per mille; 11 morti ogni 10 mila vaccinati ; un prezzo tollerabile?

Non per l’Istituto nazionale di sanità pubblica e l’Agenzia norvegese per i medicinali, che hanno modificato le linee guida per questo gruppo.

” Se sei molto fragile, probabilmente non dovresti essere vaccinato, ha detto giovedì il direttore del soggetto Steinar Madsen dell’Agenzia norvegese. L’agenzia segnala anche “4 casi di reazioni allergiche gravi” senza specificare i sintomi avvertiti. Probabilmente si tratta dalla nota paralisi facciale.

Queste informazioni invece attendono di essere ancora lanciate dal mainstream. Quindi siete pregati di considerarle false come prescrivono i sorveglianti di NewsGuard:

“Oltre 100 reazioni avverse al vaccino Covid Pfizer segnalate in pochi giorni dai medici olandesi.In Germania almeno dieci decessi a breve distanza dalla somministrazione vaccinale

L’agenzia del farmaco francese (ANSM) ha segnalato sei casi di grave allergia che si sono verificati dopo la somministrazione del vaccino Covid in Francia . https://www.sortiraparis.com/actualites/coronavirus/articles/240552-vaccin-contre-la-covid-six-cas-d-allergie-severe-recenses-en-france-selon-l-ansm

Mai visto una frequenza cosi elevata di effetti indesiderati con un vaccino“, dice a Le Parisien il professor Eric Caumes, infettivologo e responsabile del reparto di malattie infettive, nel più importante ospedale parigino, la Pitié Salpêtrière. Domanda del giornalista: “non ha paura di fare il complottista?” “. “Sì, ne ho una terribile paura”, risponde, “ma non appena uno lascia il pensiero unico dominante, viene subito considerato un complottista , o un asino come mi ha descritto Olivier Véran, il Ministro della Salute, mentre io sono uno di quelli che difendono di più il vaccino ”. Lui il vaccino lo farà, s’è affrettato a giurare.

Dopo le gravi reazioni avverse in tutta Europa e 23 anziani morti poco dopo la somministrazione del vaccino Covid in Norvegia, gli esperti sanitari cinesi invitano l’Unione Europea a sospendere la commercializzazione dei vaccini a mRNA”

“Una donna israeliana di 75 anni è morta nella città di Lidda mercoledì poche ore dopo la vaccinazione Covid. Il Ministero della Salute dichiara di voler aprire un’indagine sull’accaduto. Si tratta del terzo caso di decesso dopo poche ore dal vaccino Covid in Israele nell’arco di tre settimane. Gli altri due casi riguardano il decesso di un uomo di settantacinque anni della città di Beit She’an e un anziano di ottantotto anni”.

Numerose reazioni allergiche, definite dal direttore di epidemiologia Erick McDonald “oltre le previsioni” si sono verificate ieri dopo le somministrazioni del vaccino Covid Moderna presso il nuovo “Vaccination Super Station”, allestito nelle vicinanze del Petco Park a San Diego in California. I casi di allergie hanno rallentato la procedura di somministrazione del vaccino agli operatori sanitari.

Stati Uniti: al 7 gennaio 2021 — 

Sono state segnalate 6758 sospette reazioni avverse.
1386 vaccinati hanno avuto necessità dell’intervento del pronto soccorso o terapia intensiva.
66 persone sono decedute tra cui una donna di 65 anni residente in Florida, vaccinata con il vaccino Pfizer il 30 dicembre in buone condizioni di salute e deceduta il 1 gennaio, una donna di 50 anni del Nebraska vaccinata con il vaccino Moderna il 31 dicembre e morta nello stesso giorno per arresto cardiaco e una donna di 58 anni del Kentucky trovata morta nella sua abitazione il 4 gennaio , sei giorni dopo la somministrazione del vaccino Moderna.
767 casi che hanno avuto bisogno dell’intervento del pronto soccorso si riferiscono alla fascia di età tra i 17 e i 44 anni.


Per non farla troppo lunga, rimando al sito “Eventi avversi al vaccino Covid” che su Telegram sta raccogliendo tutte le informazioni internazionali sul tema.


Ricapitoliamo: l’efficacia dei due vaccini mRNA in distribuzione, Pfizer e Moderna, dichiarata dal fabbricante 95%, è in realtà del 12-29 – il che già dovrebbe configurare la frode in commercio; colossale frode, dati i miliardi di dosi che la Von der Leyen s’è impegnata in anticipo a comprare, a scatola chiusa. Sostanzialmente inefficace a proteggere dal virus, mentre ha rischi frequenti di serie controindicazioni, nel breve termine certi ed elevati, e nel lungo termine ignoti.

Forse in UE albeggia un ripensamento, una riconsiderazione? Tutt’altro:

La Von der Leyen accelera – lancia il passaporto vaccinale europeo standard per spostarsi all’interno dei paesi UE: che “dia una priorità di accesso a certi servizi – “Le persone che sono state vaccinate dovrebbero essere libere di viaggiare”, aveva scritto il premier greco Mitsotakis alla presidente della Commissione Ue.

Ebbene, lo credereste? La Microsoft di Bill Gates, Oracle (l’altro gigante dei servizi informatici) e Salesforce (il grande produttore di software) sono già lì che lo preparano

I giganti della tecnologia vogliono aiutarti a dimostrare che sei stato vaccinato per COVID-19, tramite @FastCompany https://t.co/tNNDzC3cux #vaccinecredential #covidvaccine pic.twitter.com/q0GIsjuc0

– The Commons Project (@commons_prjct) 14


Questo twitter è di Paul Meyer, CEO The Commons Project , anch’essa coinvolta nel progetto. Cosa è Common Project? Un’organizzazione “senza scopo di lucro”, filantropica e umanitaria The Commons Project ha ricevuto finanziamenti per il progetto dalla Rockefeller Foundation – perché ” interessa tutte e tre le principali alleanze di compagnie aeree avere un pass globale standard”..

Se aggiungiamo che lo sviluppo di questo cosiddetto “CommonPass” , anche il sostegno del World Economic Forum , possiamo dire che il cerchio si chiude.

Invece no: si apprende che la Regione Lazio “vuol fare da apripista” al pass vaccinale. Un grande slancio ed entusiasmo: Zingaretti vuole che la sua Regione sia prima, e vaccini più di tutti. Il Messaggero ci informa che darà “Un bonus ai medici che vaccinano gli over 80, fino 900 euro” ed ha assegnato le prime dosi agli “over 80”.-

In Lazio 460mila over 80

Non è bello che Zingaretti pensi soprattutto a immunizzare i vecchi? Prima loro? Ho appreso di “over 80” , il Lazio, ne enumera 460 mila. E ciò dopo la falcidie da Covid; una cifra che mi ha impressionato.

Sono 460 mila che prendono sicuramente una pensione – da 20 anni o più. Se per semplificare immaginiamo che la pensione che percepiscono sia sui 10 mila all’anno, ciò configura un peso per le finanze pubbliche di sui 4-5 miliardi annui. In un decennio, sono 40-50.

Ora, se un 1,16 per mille di questi vecchietti defungono per il vaccino, è un significativo risparmio.

Diciamo francamente: se morissero anche tutte, queste bocche inutili a carico, non sarebbe un grande vantaggio? Un Gran Reset? Se fosse questo il proposito di vaccinare con tanta foga a cominciare proprio dagli ottantenni? Se vi sembra una cosa nazista, ricredetevi.



E’ il nuovo progressismo. Quello dei miliardari tecnocratici, che hanno come utopia l’ascesa al transumano – la tran-umanizzazione dell’uomo, il superamento di tutti i suoi limiti.

Klaus Schwab dichiara senza mezzi termini che il transumanesimo è parte integrante del Great Reset in atto quando ci informa che “la quarta rivoluzione industriale porterà alla fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica”; dispositivi che oggi sono esterni, dai computer “indossabili” ai caschi per la realtà virtuale, saranno quasi certamente impiantabili nei nostri corpi”.

Come ha ben spiegato Roberto Pecchioli, “l’uomo transumano nega ogni limite, nell’arrogante convinzione di poter dominare le forze della natura, assoggettandole alla propria ansia febbrile di onnipotenza, sino alla feroce volontà di abbattere la frontiera somma, quella della morte ossia del principio naturale che assegna a tutto un inizio ed una fine”.

I miliardari si sentono Dio, quindi spinti a correggere quello che ha fatto imperfetto nellla natura. E per loro “la somiglianza dell’uomo con Dio consiste nella sovranità sull’esistente, nello sguardo padronale, nel comando”.

Quello sguardo padronale che ben riconosciamo nei Bill Gates, negli Zuckerberg, nei Rockefeller, nei i frequentatori del Forum di Davos.

All’esplodere del virus e della sua “gestione”, già Andrea Valdroni intravvedeva un futuro in cui le persone saranno tracciate in ogni loro movimento e ogni loro pensiero letto da un microchip impiantabile” essendo che “La fusione delle nostre identità, fisica, digitale e biologica è in relazione con la singolarità prevista dai transumanisti”.

Ebbene: il pass vaccinale globale approntato da Microsoft , Oracle, Rockefeller e Schwab è proprio questo.

Ora, voi credete che questi – che hanno freddamente attuato il collasso economico mondiale – abbiano un qualunque scrupolo che li trattenga dal pianificare lo sfoltimento degli “over 80”?

Non c’è un briciola di cristianesimo, nel sistema che stanno instaurando, ricorda Valdroni : “L’uomo è materia bruta da modellare nei soli limiti posti delle possibilità tecniche disponibili in un determinato momento: non vi è traccia di alcuna dimensione spirituale, nessun dilemma esistenziale, nessuno scrupolo morale. Tutto ciò che è tecnicamente possibile va realizzato. La natura, incluso il corpo umano, va plasmata, forzata, assoggettata ai desideri dell’uomo. Che questi desideri siano sempre “buoni”, degni di essere soddisfatti, che non diano mai luogo a dilemmi morali, è uno dei fondamenti dell’ideologia transumanista…. Rabbrividiamo al sospetto che dietro il sogno tecnocratico della creazione dell’ “uomo nuovo”, si nasconda in realtà, almeno per le masse, l’obiettivo inconfessabile di livellare gli uomini verso il basso, di farne modelli diversi di uno stesso prodotto, unità standardizzate , il più possibile deumanizzati, privati cioè di tutto quanto li rende unici e li distingue, nel bene e nel male, da quell’intelligenza artificiale che sembra oggetto di gnostica adorazione da parte dei tecno-capitalisti.

Sospetto? Già l’obbligo delle mascherine, privo di senso medico, serve a renderci unità standard, senza sentiomenti, priva di quanto ci rende unici. E non basta:

Il governo della Sassonia già progetta di rinchiudere i violatori della quarantena in un edificio prima utilizzato per l’accoglienza dei rifugiati; il Baden Wurttemberg ha progettato di rinchiudere i renitenti alla quarantena in quattro o cinque ospedali.

Perché, come ha detto Stephane Bancel amministratore delegato di Moderna, “il Sars Covid non se ne va. Vivremo con esso, penso, per sempre”.


Forever. Quindi ci saranno altre quarantene,con il controllo carcerario dei “negazionisti”, dei resistenti, dei violatori delle infinite quarantene.

“Vadano in malora le loro macchinazioni. Li catturi la rete che hanno tesa!”

Nessun commento:

Posta un commento