L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 18 febbraio 2021

Gli ebrei nel frullatore dei sionisti, ne fanno carne da dare in pasta ai cani

Bibi fa la sua Shoah

Domanda: senatrice Segre, Informazione Corretta, demonizzatori di chi critica Israele come antisemiti, muti?

Da sentire assolutamente . Si spendono vite ebraiche in base a un contratto segreto stilato personalmente da Netanyahu con Pfizer.

Lo strano caso di Israele: record di vaccinati e di contagiati

Israele ha registrato lunedì più di 10.000 nuovi casi di Covid-19. Secondo il sito di notizie Ynet, è la prima volta dall’inizio della pandemia di coronavirus. I dati del ministero della Salute, si legge, parlano di 10.021 casi confermati su 100.000 test effettuati, con un tasso di positività del 10,2%.

Ad oggi sono 4.049 gli israeliani morti per complicanze legate al Covid-19 con più di 40 decessi registrati in 24 ore, come sottolinea il Jerusalem Post. Tra i pazienti in condizioni “critiche”, aggiunge il giornale, ci sono anche dieci donne incinta.

Trasformare i cadaveri in concime.

Da “un punto di vista ebraico” il giudaismo RIFIUTA nettamente le pratiche di cremazione; così come le rifiutano islamici e cristiani. Questo è paganesimo, new age, relativismo morale.

“Per noi il corpo è sacro: la sepoltura è un aspetto fondamentale di come si fa”, Rabbi Kamins

@italiadeidolori

https://www.maurizioblondet.it/bibi-fa-la-sua-shoah/

Nessun commento:

Posta un commento