L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 27 marzo 2021

Racconti primaverili del 2021 - 2

Come nascondere l'iflazione e farla franca

25 marzo 2021

Breve newsletter.

Tutti gli occhi sono adesso puntati sulla nave da cargo incagliata di traverso nel Canale di Suez. https://www.ft.com/content/eec9f3a6-2817-45f5-b007-a290f3e530c6


Curiosamente, prima dell’episodio, il prezzo del greggio stava sprofondando. Appena la nave si è incagliata, il prezzo del greggio è tornato a salire in modo repentino e immediato. Questi sono i miracoli oggigiorno. Eventi totalmente fortuiti che si dimostrano essere sempre mani provvidenziali che, AL MOMENTO GIUSTO, pongono rimedio a qualcosa che non piace a Wall Street.

Ricordiamo che il petrolio è la linfa vitale dell’intero apparato militare industriale americano: il petrolio alto fa bene a Wall Street!

Il petrolio serve per qualsiasi lavorazione industriale. Tutto contiene petrolio. Ma la cosa fondamentale è che il petrolio lo si paga in dollari americani. In un momento in cui gli Stati Uniti sono impegnati nella più massiccia stampa di denaro mai vista, al ritmo di trilioni su trilioni, serve un petrolio più caro per assorbire i dollari in eccesso. Un po’ effetto Scottex casa; con la carta si assorbe il petrolio.

Ma dietro alla banca centrale americana, la Federal Reserve, marciano in fila tutte le altre banche centrali. Anche Draghi ha annunciato sfacciatamente che “questo è il momento in cui i soldi non si chiedono, ma si danno”. https://www.huffingtonpost.it/entry/draghi-alle-imprese-tre-quarti-dei-32-miliardi-dello-scostamento_it_6054f4bcc5b6f12839d43f28

Cosa vuol dire questo? Vuol dire fiumi di denaro a debito! Tanto tanto debito che sta inondando l’economia. Tutte le banch ecentrali stanno stampando denaro come mai prima. La cosa è esponenziale.

Nonostante i tentativi di bloccare l’economia globale con i lockdown per impedire a questo denaro di circolare, il mondo sta iniziando a riaprire e il denaro sta iniziando a muoversi, causando inflazione.

Quello che le banche centrali stanno cercando di fare adesso è di nascondere la colpa dell’ aumento dell’ inflazione. Il container incagliato è un diversivo per non prendersi la responsabilità di aver stampato trilioni ed aver causato inflazione- Così la colpa è dei container che si bloccano e le banche centrali possono continuare a stampare con il turbo. Intanto il prezzo di tutto sta già aumentando al galoppo. Chi segue le mie newslewtter era stato avvisato che questo sarebbe accaduto. Se la storia continua, oltre all’aumento dei prezzi potrebbe esserci anche penuria di roba.

Nessun commento:

Posta un commento