L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 13 marzo 2021

Centomila vaccini cubani all'Iran mentre Eurimbecilandia non vuole usare lo Sputnik V per scelta ideologica

12 Marzo 2021 23:07

Cuba invia 100mila dosi di vaccino Soberana 02 all'Iran
La Redazione de l'AntiDiplomatico


Cuba avanza spedita e determinata nello sviluppo dei suoi vaccini anti Covid. Così mentre l’opulenta Europa non è capace di produrre un proprio vaccino ed è legata mani e piedi alle multinazionali del farmaco, l’isola ha annunciato l’invio di 100.000 dosi del suo vaccino Soberana 02 all'Istituto Pasteur dell'Iran, dove sarà testato nell’ambito delle sperimentazioni di terza fase dei siero cubano.

Il Gruppo di Biotecnologie e Industrie Farmaceutiche (BioCubaFarma) ha segnalato la spedizione sul proprio profilo ufficiale su Twitter, aggiungendo che questa consegna rientra nel programma di collaborazione cubana con altri Paesi, nello sviluppo di vaccini per fronteggiare la pandemia.

"Come parte della collaborazione con altri paesi nello sviluppo di vaccini contro la #COVID19, 100.000 dosi di #Soberana02 sono state inviate all'Istituto Pasteur dell'Iran, che saranno utilizzate negli studi clinici del paese. #CubaEsCiencia", ha twittato BioCubaFarma.
L'8 gennaio, il Finlay Vaccine Institute di Cuba e il Pasteur dell'Iran hanno firmato un accordo di collaborazione per integrare le prove cliniche di Soberana 02, uno dei cinque vaccini candidati anti covid-19 dell'isola caraibica.

La Fase II delle sperimentazioni cliniche di Soberana 02 è iniziata il 22 dicembre, quando i primi volontari hanno ricevuto l'immunizzazione, diventando così il primo vaccino latinoamericano a raggiungere quella fase.

L’istituto Finlay ha anche sviluppato Soberana 01, la cui sperimentazione clinica di fase I è iniziata alla fine dello scorso anno, e recentemente ha presentato Soberana Plus, progettato per i convalescenti dalla malattia.

Inoltre, Cuba ha altri due candidati vaccini contro la Covid-19, preparati presso il Centro di ingegneria genetica e biotecnologia: Abdala e Mambisa.

Nessun commento:

Posta un commento