L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 19 marzo 2021

I guerrafondai sionisti continuano imperterriti ad abusare della pazienza iraniana


Israele attacca navi iraniane e nessuno dice nulla
-19 Marzo 2021


Secondo quello che ha riporta il corrispondente Tal Lev-Ram, Israele attacca costantemente navi iraniane. Si sta parlando di una dozzina di attacchi israeliani contro navi iraniane che trasportavano petrolio in Siria. Le operazioni navali di Israele contro l’Iran sono costanti e soprattutto vengono fatte con corvette armate dall’Italia. Tanto perché siamo un paese che ripudia la guerra.

Israele attacca: perché il mondo tace?

Fino al rapporto del WSJ della scorsa settimana, si credeva che le operazioni israeliane contro i tentativi iraniani di trincerarsi in Siria fossero condotte esclusivamente dall’aeronautica israeliana. Secondo quanto riferito, l’IAF effettua attacchi aerei di routine contro obiettivi iraniani in tutto il paese. All’inizio di questa settimana, un simile attacco è stato segnalato contro un carico di armi vicino a Damasco. Perché questo silenzio? Perché quando le cose le fa Israele è come se le facessero gli USA. Quindi in Europa tutti zitti. Il rapporto dice che gli attacchi israeliani contro le navi iraniane hanno fatto perdere agli Hezbollah circa un miliardo di dollari. Questo fa parte di una strategia per abbattere la resistenza degli Hezbollah, fiaccandoli dal punto di vista economico oltre che militare. Hezbollah riceve circa 900 milioni di dollari all’anno dall’Iran per finanziare le sue operazioni e l’approvvigionamento di armi, questo secondo l’ultimo rapporto del Maariv.

Nessun commento:

Posta un commento