L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 7 marzo 2021

"I sionisti pronunciano parole più grandi della loro bocca. Ma, come ha detto la Guida, non sono al livello da poter compiere atti ostili contro l'Iran"

Iran, se attaccati raderemo al suolo Tel Aviv e Haifa
Ministro Difesa, 'Israele parla ma non ci può attaccare'


Redazione ANSATEHERAN
07 marzo 202109:37NEWS

(ANSA) - TEHERAN, 07 MAR - L'Iran ha piani militari per "radere al suolo Tel Aviv e Haifa" in risposta ad un eventuale attacco israeliano. Lo ha detto oggi il ministro della Difesa di Teheran, Amir Hatami, dopo l'aumento delle tensioni degli ultimi giorni e l'avvertimento da parte del primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu che il suo Paese è determinato ad impedire all'Iran di dotarsi di armi nucleari.

"La posizione espressa dalla Guida Ali Khamenei alcuni anni fa, che Tel Aviv e Haifa saranno rase al suolo se i sionisti attaccano, è diventata un piano militare", ha detto Hatami. Il ministro della Difesa ha poi detto che per la propria sicurezza l'Iran può fare affidamento sul cosiddetto 'Asse della resistenza', cioè i regimi come quello di Bashar al Assad in Siria e le milizie che operano in vari Paesi del Medio Oriente, come la stessa Siria, il Libano e l'Iraq.
"I sionisti - ha aggiunto Hatami - pronunciano parole più grandi della loro bocca. Ma, come ha detto la Guida, non sono al livello da poter compiere atti ostili contro l'Iran". (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento