L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 12 marzo 2021

La parola d'ordine è evitare di usare i vaccini tradizionali come lo Sputnik V per scelta ideologica

Coaguli , trombi, clots… ma nessuna correlazione

https://twitter.com/France_Dessinee/status/1360652324461551616

Notizie da mio padre che aveva vesciche di sangue su tutto il corpo dopo la prima iniezione del vaccino @Pfizer_France

Riammesso ieri sera al pronto soccorso (ospedale Papeete-Tahiti) per difficoltà respiratorie
Trasfusione + ossigeno
Le stesse bolle di sangue nel suo corpo, compreso l’esofago

Papà è stato vaccinato il 31 dicembre. L’ho avuto al telefono e mi ha detto “Ti lascio bambino mio, faccio molta fatica a parlare con te”. La mattina del 1 la sua gamba non rispondeva più, cadde, ematoma intracranico è morto il 3 gennaio alle tre del mattino. Un grande ufficiale.

Sicilia, morto 2° agente delle forze dell’ordine a Catania: avevano ricevuto vaccino Astrazeneca dallo stesso lotto. Scattano inchieste, domani la prima autopsia
Sicilia: due gli agenti morti dopo la somministrazione del vaccino Astrazeneca http://www.strettoweb.com/2021/03/sicilia-morti-agenti-forze-dellordine-catania-vaccino-astrazeneca/1143127/?fbclid=IwAR19HFHxlvVE2g38gjyncj2PIYzV1RiRsM5dFArsQ2glvo0S-n5nNRTdlx8

Sicilia, morto 2° agente delle forze dell’ordine a Catania: avevano ricevuto vaccino Astrazeneca dallo stesso lotto. Scattano inchieste, domani la prima autopsia

……morte di 2 agenti delle forze dell’ordine, giovani e in perfetta salute, deceduti improvvisamente dopo aver ricevuto nei giorni scorsi la prima dose del vaccino Astrazeneca dallo stesso lotto, secondo quanto verificato dai giornalisti di LiveSicilia.

Stefano Paternò, 43 enne di Corleone in servizio ad Augusta come Sottoufficiale della Marina Militare, si aggiunge Davide Villa, poliziotto dell’Anticrimine di Catania. La sua è una storia terribile: il poliziotto, fratello del noto fotografo di fama internazionale Fabrizio Villa, è deceduto il 7 marzo, 12 giorni dopo la somministrazione del vaccino, ma aveva iniziato a stare molto male dal giorno successivo all’inoculazione della dose, peggiorando drammaticamente di giorno in giorno fino al decesso. Proprio il fratello Fabrizio l’ha accompagnato al pronto soccorso quando la situazione stava degenerando, i medici hanno diagnosticato una trombosi venosa profonda, poi sfociata in emorragia celebrale.

 

TROMBOCITOPENIA – PRIMI CASI DI MALATTIE AUTOIMMUNI RARE E GRAVI CONTRATTE IN SEGUITO ALL’INOCULAZIONE DI PREPARATI A mRNA (Pfizer, moderna).
DIRETTAMENTE DAL NEW YORK TIMES SCOPRIAMO CHE SONO IN CORSO, IN USA, INDAGINI SU 36 CASI DI TROMBOCITOPENIA, DISTURBO CHE SI INNESCA QUANDO IL SISTEMA IMMUNITARIO ATTACCA E DISTRUGGE LE PROPRIE PIASTRINE E/O NE PRODUCE MENO DI QUANTO DOVREBBE, LE PROBLEMATICHE CHE INSORGONO SONO SANGUINAMENTI, FORMAZIONE DI CHIAZZE/LIVIDI E NEI CASI PIÙ GRAVI EMORRAGIE CEREBRALI (ictus), MORTE.

LE INDAGINI PER STABILIRE SE C’È UN NESSO CAUSALE CON LA TERAPIA A mRNA SONO INIZIATE DOPO LA MORTE DI UN GINECOLOGO 53ENNE DI MIAMI A GENNAIO, CHE INIZIÒ AD AVERE I SINTOMI DELLA MALATTIA 3 GIORNI DOPO L’INOCULAZIONE E QUALCHE GIORNO DOPO È DECEDUTO ➡️ https://www.affaritaliani.it/coronavirus/florida-indagine-sulla-morte-di-un-medico-aveva-ricevuto-il-vaccino-pfizer-715024.html

I DUBBI CHE SIA COLPA DEL VACCINO SORGONO IN QUANTO LA TROMBOCITOPENIA È UNA MALATTIA AUTOIMMUNE RARA CHE COLPISCE SOLO 1 AMERICANO ALL’ANNO SU 35 MILA, E RISULTA SOSPETTO CHE LE 36 PERSONE SU CUI SI INDAGA L’ABBIANO CONTRATTA PROPRIO IN CONCOMITANZA CON LA VACCINAZIONE.

LE CASE FARMACEUTICHE SI SONO SUBITO AFFRETTATE A DIRE CHE IL NESSO CON L’INOCULAZIONE NON DOVREBBE ESSERCI IN QUANTO NELLA SPERIMENTAZIONE NON ERA EMERSO QUESTO “EFFETTO COLLATERALE”.

➡️ “Guarda caso, però, nel foglio illustrativo del vaccino di Pfizer-BioNTech aggiornato a febbraio tra le avvertenze e le precauzioni c’è quella di rivolgersi ad un medico, farmacista o infermiere prima di fare il vaccino se si “ha un problema di sanguinamento, una tendenza alla formazione di lividi, o se usa medicinali per prevenire la formazione di coaguli di sangue”, ma non viene indicato tra i possibili, seppur rari, effetti collaterali gravi.

➡️ “In quello americano invece si precisa dopo la descrizione degli effetti indesiderati che “questi potrebbero non essere tutti i possibili effetti collaterali del vaccino Pfizer-BioNTech. Possono verificarsi effetti collaterali gravi e inaspettati”.

FONTE: NEW YORK TIMES ➡️ https://www.nytimes.com/2021/02/08/health/immune-thrombocytopenia-covid-vaccine-blood.html

ONORE ALLA TESTATA “ILSUSSIDIARIO. NET” UNICO SITO ITALIANO AD AVER RIPORTATO QUESTA IMPORTANTE NOTIZIA ➡️

https://www.ilsussidiario.net/news/trombocitopenia-tra-effetti-collaterali-vaccini-covid-36-casi-in-usa-cosa-sappiamo/2138268/amp/

Eventi Avversi Vaccino Covid, 1
Deceduta infermiera di 49 anni in Austria e infermiere di 35 anni manifesta una grave embolia polmonare dopo la somministrazione AstraZeneca.
La clinica sospende le vaccinazioni.

L’Ufficio federale per la sicurezza sanitaria (BASG) ha avviato un’indagine sulla morte di un’infermiera della Bassa Austria vaccinata con AstraZeneca . “Al momento non ci sono prove di una connessione causale con la vaccinazione”, ha sottolineato l’autorità.
Il capo della FPÖ Norbert Hofer ha quindi chiesto che le vaccinazioni di AstraZeneca vengano sospese per il momento.

Due casi sospetti

Oltre all’infermiera di 49 anni, anche un collega di 35 anni ha sviluppato un’embolia polmonare dopo il vaccino.
In entrambi i casi è necessario verificare se esiste un collegamento con la vaccinazione AstraZeneca.
La 49enne è morta per un grave disturbo della coagulazione dopo una giornata in terapia intensiva, il 35enne è in via di guarigione.
Si dice che entrambi abbiano ricevuto il vaccino dallo stesso lotto allo Zwettl State Hospital. Il lotto interessato non viene più inoculato. Il MedUni Vienna sta ora esaminando la possibile connessione tra vaccino e morte.

https://www.rainews.it/tgr/tagesschau/articoli/2021/03/tag-AstraZeneca-Impfstoff-Untersuchung-Oesterreich-0c0b89dc-e3ae-4cf5-baae-8cb6a5994e54.html

 

VACCINI SOSPESI E STRATEGIE MEDIATICHE
di Nicoletta Forcheri

Quella di sospendere dei lotti, solo di un vaccino, è una tattica per far credere che sono solo mele marce e che la sorveglianza farmacologica delle autorità funziona bene, e che pertanto ci si può fidare completamente degli altri lotti dello stesso vaccino e degli altri vaccini.

Il fatto di perseguire per omicidio colposo tutti tranne i responsabili che si nascondono dietro i consigli d’amministrazione  e la proprietà della multinazionale, è un’altra tattica, peraltro decisa e racchiusa nei contratti censurati con i governi: si indaga sugli operatori/sudditi che hanno manovrato i vaccini, perché non lo avrebbero fatto bene, non che invece è il vaccino stesso ad essere incriminabile.

Vaccino ai giornalisti!

 

Nessun commento:

Posta un commento