L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 23 marzo 2021

Non solo usano un tampone che crea falsi positivi, ma poi li moltiplicano artificialmente

UNICEF: i danni della Grande Impostura sull’infanzia

Maurizio Blondet 22 Marzo 2021

Dati di Unicef sui danni che l’infanzia globalmente ha subìto dai vari lockdown e misure anti covid.

[…] “A un anno dall’inizio della pandemia COVID-19, si è visto un regresso praticamente in ogni area chiave dell’infanzia”, ha affermato Henrietta Fore, Direttore esecutivo dell’UNICEF. “Il numero di bambini affamati, isolati, maltrattati, ansiosi, che vivono in povertà e costretti a sposarsi è aumentato. Allo stesso tempo, è diminuito il loro accesso all’istruzione, alla socializzazione e ai servizi essenziali, tra cui salute, nutrizione e protezione. I segni che i bambini porteranno le cicatrici della pandemia negli anni a venire sono inconfondibili “.
[…]
Circa 3 miliardi di persone in tutto il mondo non dispongono di servizi di base per il lavaggio delle mani con acqua e sapone a casa. Nei paesi meno sviluppati, tre quarti delle persone, più di due terzi delle scuole e un quarto delle strutture sanitarie non dispongono dei servizi igienici di base necessari per ridurre la trasmissione di COVID-19. In media 700 bambini sotto i cinque anni muoiono ogni giorno per malattie dovute alla mancanza di acqua, servizi igienici e igiene.
“I bambini devono essere al centro degli sforzi di recupero”, ha detto Fore. “Questo significa dare la priorità alle scuole nei piani di riapertura. Significa fornire protezione sociale compresi i trasferimenti di denaro per le famiglie. E significa raggiungere i bambini più vulnerabili con servizi critici. Solo così potremo proteggere questa generazione dal diventare una generazione perduta “.

https://www.unicef.org/press-releases/across-virtually-every-key-measure-childhood-progress-has-gone-backward-unicef-says
Come la pandemia COVID-19 ha colpito i bambini:
Nei paesi in via di sviluppo, la povertà infantile dovrebbe aumentare di circa il 15%. Si prevede inoltre che altri 140 milioni di bambini in questi paesi siano già ospitati in famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà.
Le scuole per oltre 168 milioni di scolari in tutto il mondo sono chiuse da quasi un anno. Due terzi dei paesi con chiusure totali o parziali si trovano in America Latina e nei Caraibi.
Almeno 1 bambino in età scolare su 3 non è stato in grado di accedere all’apprendimento remoto mentre le loro scuole erano chiuse.
Prima della fine del decennio potrebbero verificarsi circa 10 milioni di matrimoni infan
nfantili in più, minacciando anni di progressi nella riduzione della pratica.
Almeno 1 bambino e giovane su 7 ha vissuto con politiche di soggiorno a casa per la maggior parte dell’ultimo anno, ciò che gli ha provocato sentimenti di ansia, depressione e isolamento.
A partire da novembre 2020, altri 6-7 milioni di bambini sotto i 5 anni potrebbero aver sofferto di deperimento o malnutrizione acuta nel 2020, un aumento del 14% che potrebbe tradursi in più di 10.000 decessi infantili in più per ogni mese – principalmente nell’Africa subsahariana e nell’Asia meridionale. Con un calo del 40% nei servizi nutrizionali per bambini e donne, molti altri risultati nutrizionali possono peggiorare.
Circa 3 miliardi di persone in tutto il mondo non dispongono di servizi di base per il lavaggio delle mani con acqua e sapone a casa. Nei paesi meno sviluppati, tre quarti delle persone, più di due terzi delle scuole e un quarto delle strutture sanitarie non dispongono dei servizi igienici di base necessari per ridurre la trasmissione di COVID-19. In media 700 bambini sotto i cinque anni muoiono ogni giorno per malattie dovute alla mancanza di acqua, servizi igienici e igiene.



La Grande Impostura contro gli italiani:

La Regione Lombardia conferma che chi risulta positivo ai tamponi successivi viene conteggiato come nuovo positivo. Non solo usano un tampone che crea falsi positivi, ma poi li moltiplicano artificialmente. La magistratura permette che la truffa del Covid continui indisturbata. pic.twitter.com/5rhI6PUDYv


— Cesare Sacchetti (@CesareSacchetti) March 22, 2021

Nessun commento:

Posta un commento