L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 28 aprile 2021

Il silenzio assordante sui crimini degli ebrei sionisti palestinesi

Israele accusato di apartheid da Human Rights Watch

By Fabio Fiorina-27 Aprile 2021


Israele è accusato, Israele ha il faro puntato ma nessuno sembra vederlo, la potenza della politica è sopra a tutto. Human Rights Watch ha accusato il governo israeliano di aver commesso crimini di apartheid e persecuzione contro i palestinesi. In un nuovo rapporto, emanato poche ore fa, suscitando una risposta rabbiosa da parte dei funzionari israeliani, i Diritti Umani lanciano il loro attacco.
Israele accusato ma il mondo politico tace: la potenza USA sopra a tutto?

Nel suo rapporto di 213 pagine, il gruppo di difesa dei Diritti Umani con sede negli USA, afferma che il termine apartheid è generalmente usato in senso “descrittivo o comparativo”. Spesso usato in relazione a Israele e ai territori palestinesi occupati. Ma usato anche come avvertimento se le violenze nei confronti dei palestinesi continuassero. Tuttavia, dopo decenni di avvertimenti, quella soglia di crimine contro l’umanità è già stata superata. Il rapporto illustra aspetti ripugnanti a cui pochissimi prestano attenzione. “Il governo israeliano ha dimostrato l’intenzione di mantenere il dominio degli ebrei israeliani sui palestinesi in tutto Israele e nel territorio palestinese occupato. Quell’intento è abbinato all’oppressione sistematica dei palestinesi con atti disumani commessi contro di loro. Quando questi tre elementi si verificano insieme, il tutto è definibile con il crimine di apartheid“.

Israele non ci sta

Il Ministero degli Affari Esteri israeliano ha definito il rapporto una finzione e ha affermato che le affermazioni sono assurde e false. “Human Rights Watch è noto per avere un’agenda anti-israeliana di lunga data, che da anni cerca attivamente di promuovere boicottaggi contro Israele. Questo rapporto è parte della campagna diffamatoria da parte dell’organizzazione, senza alcun collegamento a fatti reali avvenuti sul nostro territorio “, ha detto il ministero in una dichiarazione. Il ministro è probabilmente ben guidato, in quanto i fatti sul suo territorio sono ormai ben noti a tutti. Israele è accusato giustamente di crimini contro l’umanità, proprio come quelli vissuti dagli ebrei durante la seconda guerra mondiale.

Nessun commento:

Posta un commento