L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 15 aprile 2021

Manca il pane mentre case farmaceutiche continuano a riempirsi la pancia di profitti

Scontri in Libano per il pane, 1 morto e 2 feriti
Incidenti durante distribuzione alimenti per Ramadan

14 APRILE, 09:58


BEIRUT - Un morto e due feriti è il bilancio di scontri a fuoco avvenuti nelle ultime ore in Libano, nel porto settentrionale di Tripoli, in un contesto di crescente degrado socio-economico dovuto alla peggiore crisi economica e politica vissuta dal paese negli ultimi 30 anni.
L'agenzia governativa libanese Nna riferisce che una persona è stata uccisa a colpi di arma da fuoco e che altre due persone sono rimaste ferite in uno scontro verificatosi nel quartiere di Khanaq a Tripoli durante una distribuzione di derrate alimentari durante il primo giorno di Ramadan, il mese islamico in cui si digiuna durante le ore diurne.
Non è chiara quale sia stata la dinamica dell'incidente ma dalle prime ricostruzioni emerge che un uomo armato di un arma da fuoco abbia sparato contro un altro uomo durante una disputa sorta durante la distribuzione di sacchi di farina in uno dei quartieri più poveri della città.
Sempre da Tripoli sono giunti filmati nelle ultime ore dell'assalto da parte di alcune famiglie di un negozio di alimentari, in poco tempo completamente svuotato della sua merce da parte di persone affamate.
Il Libano è in default finanziario da un anno e da 18 mesi è entrato nel tunnel di una crisi economica senza precedenti. La lira locale ha perso circa il 90% del suo valore, e i prezzi delle merci essenziali sono alle stelle. L'Onu afferma che più della metà della popolazione vive ormai sotto la soglia di povertà.

Nessun commento:

Posta un commento