L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 18 aprile 2021

Per gli Stati Uniti allentare le tensioni con la Russia significa mettere ulteriori sanzioni, atti di guerra, e espulsione di diplomatici, se queste sono le premesse per un incontro tra i due presidenti significa che ci si vuole arrivare solo con un rapporto di forza maggiore stabilito da fatti in cui entra in gioco anche elementi psicologici

Il Cremlino favorevole a un faccia a faccia Putin-Biden

Potrebbe servire ad allentare le tensioni sull'Ucraina


aggiornato alle 17:5616 aprile 2021

Putin Biden

AGI - Il Cremlino è favorevole a un incontro faccia a faccia fra il presidente Vladimir Putin e il suo omologo Usa Joe Biden, vista l'esigenza di allentare la tensione fra i due Paesi. Lo ha detto il portavoce Dmitri Peskov.

Peskov ha però precisato che i presidenti non sono d'accordo sul modo di allentare le tensioni fra Russia e Usa. "Il presidente Putin ha detto che sarebbe ragionevole normalizzare le relazioni e allentare la tensione. Più di una volta si è detto pronto a dialogare, tanto quanto lo sono le nostre controparti".

A questo proposito, ha aggiunto, "sarebbe davvero positivo che i due presidenti si guardassero negli occhi su questo tema". Ma, ha aggiunto commentando la decisione di nuove sanzioni economiche e dell'espulsione dei diplomatici russi dagli Stati Uniti, "la simpatia che le nostre controparti statunitensi hanno per le sanzioni resta inaccettabile".

Nessun commento:

Posta un commento