L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 21 aprile 2021

Telegram surclassa gli altri social

Il quinto compleanno del canale Telegram Aviazione Russa – Analisi Difesa

21 aprile 2021


Cinque anni fa faceva il suo ingresso sull’applicazione Telegram il nostro canale Aviazione russa – Analisi Difesa. Ideato in principio come contenitore delle notizie sul mondo dell’aviazione e dell’ingegneria aerospaziale russa, il canale è cresciuto pian piano negli anni sia per varietà che per tipologia di contenuti e numero di iscritti.

In questi cinque anni infatti abbiamo avuto modo non solo di farci conoscere tramite la collaborazione con altri canali italiani che ci hanno sostenuto (ricambiati) nella crescita dei follower, ma anche attraverso il commento di notizie “just in time” tipiche di un social a portata di…smartphone: primi voli sperimentali, maratone di eventi connessi col mondo dell’aviazione russa, materiali in esclusiva o pubblicate in forte anticipo rispetto ai media nazionali o del settore, storia, curiosità


Il canale Aviazione Russa, ideato e curato da Maurizio Sparacino (che su Analisi Difesa firma da molti anni articoli e news sul mondo aeronautico russo), ha ottenuto nel tempo degli apprezzati riconoscimenti: ricordiamo il premio Miglior Canale Telegram – settore tecnologia del magazine AppElmo del 2019 o la certificazione Funziogram ricevuta recentemente), senza tralasciare i repost di altri canali russi con cui vige attualmente uno scambio proficuo di materiali, impostazioni di idee e di vedute a tutto vantaggio degli iscritti e le citazioni da parte dell’Ambasciata russa in Italia e del canale ufficiale Telegram del Gruppo statale della Difesa russa Rostech che hanno evidentemente notato la profusione di tempo e di lavoro devoluti a questo progetto nato un lustro fa, quando era assolutamente imprevedibile una crescita così sostanziale.

Il canale è infatti cresciuto anche nella forma oltre che nella sostanza: un logo creato ad hoc, le linee di separazione per argomenti, una programmazione oraria dei messaggi distinta per giorni della settimana (calmierata nel fine settimana e nei festivi), link di rimando e una chiara classificazione per icone del tema trattato su ogni post di immediato riferimento: anniversari, foto, video, curiosità, notizie, esclusive, etc.

Un lavoro realizzato giorno dopo giorno, da cinque anni a questa parte, senza alcun contributo esterno o sponsor e che persegue un solo obiettivo: la soddisfazione degli oltre 1.280 follower appassionati di aviazione, russa e non, provenienti dall’Italia ma anche dalla Russia, dalla Germania, da Israele, dall’Iran, dagli USA, dalla Spagna, etc. Ancora un sincero e sentito ringraziamento a chi ci segue con vivo interesse.

Telegram è un servizio di messaggistica istantanea e broadcasting basato su cloud ed erogato senza fini di lucro dalla società Telegram LLC, una società a responsabilità limitata con sede a Dubai e fondata dall’imprenditore russo Pavel Durov.

I client ufficiali di Telegram sono distribuiti come software libero per Android, Linux, iOS, MacOS, Windows NT e Windows Phone.

Caratteristiche importanti di Telegram sono la possibilità non solo di scambiare messaggi di testo tra due utenti o tra gruppi fino a 200.000 partecipanti, ma effettuare anche chiamate vocali e videochiamate, scambiare messaggi vocali, videomessaggi, chat vocali, sondaggi, fotografie, video, sticker e file di qualsiasi tipo fino a 2 GB, chat criptate con la possibilità d’impostare un timer per l’autodistruzione dei messaggi e permettere l’eliminazione automatica del messaggio una volta visualizzato dal destinatario. Attraverso i canali è anche possibile la trasmissione in diretta di audio/video e testo verso i membri che si uniscono.

Oltre alle chat, ai gruppi e ai suddetti canali, Telegram permette inoltre lo sfruttamento dei Bot: sistemi automatici gestiti da un programma che offrono molteplici funzionalità ad ampio spettro (il limite in questo caso è dato dalla fantasia dello sviluppatore): timer, ricerche veloci, alarm, condivisioni, conversioni file, formattazione e molto altro.

Nessun commento:

Posta un commento