L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 14 maggio 2021

C'è marcio nella "democrazia" Occidentale, i tappeti non riescono più a nasconderla la sporcizia è troppa

La rivolta militare contro Joe Biden

Maurizio Blondet 13 Maggio 2021 


sull’esempio dei colleghi francesi…


Più di 120 leader militari statunitensi in pensione hanno firmato una lettera aperta che sembra avanzare una falsa teoria del complotto secondo cui le elezioni del 2020 sono state truccate e mettendo in discussione la capacità mentale del presidente Joe Biden di servire.

“Senza elezioni eque e oneste che riflettano accuratamente la ‘volontà del popolo’ la nostra Repubblica Costituzionale è perduta”, si legge nella lettera diffusa martedì da “Flag Officers 4 America” ​​e firmata da 124 ex ammiragli e generali.

“L’FBI e la Corte Suprema devono agire rapidamente quando vengono emerse irregolarità elettorali e non ignorarle come è stato fatto nel 2020”.

Sul suo sito web , Flag Officers 4 America dice che si tratta di una raccolta di “leader militari in pensione che si sono impegnati a sostenere e difendere la Costituzione degli Stati Uniti contro tutti i nemici, stranieri e interni”. [….]

“Le condizioni fisiche e mentali del Comandante in Capo non possono essere ignorate. Deve essere in grado di prendere rapidamente decisioni accurate sulla sicurezza nazionale che coinvolgono la vita e gli arti ovunque, giorno e notte”, diceva la lettera.

Il Dipartimento della Difesa ha rifiutato di commentare.

All’inizio di questo mese il medico personale di Biden, il dottor Kevin O’Connor, ha pubblicato un rapporto sulla salute del presidente , in cui lo ha definito un “maschio sano, vigoroso, di 77 anni, idoneo a svolgere con successo i doveri del Presidenza.”

I firmatari hanno anche chiesto la rimozione della Sezione 230 , una parte della legge statunitense che protegge le società tecnologiche dalla responsabilità legale. Trump ha chiesto la rimozione della sezione l’anno scorso dopo che Twitter ha segnalato due dei suoi tweet sul voto per corrispondenza.

“La nostra nazione è in grave pericolo”, hanno scritto i firmatari nell’introduzione alla lettera.

Huffington Post (cioè la CIA):
Oltre 120 generali e ammiragli in pensione hanno firmato una lettera in cui si afferma falsamente che le elezioni del 2020 sono state rubate in una mossa che secondo altri veterani erode le norme democratiche.
.. “Storicamente, gli ex militari sono stati un terreno fertile per movimenti fascisti, colpi di stato e attacchi alla democrazia, o la spina dorsale di movimenti pro-democrazia come il movimento per i diritti civili e il movimento laburista, sostenendo la promessa della nostra Costituzione contro il piccolo gruppo di persone affamate di potere che cercano di dividerci e minare la volontà della gente2

Nessun commento:

Posta un commento