L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 12 maggio 2021

CROLLO CLIMATICO di cui il "Passo euroimbecille" è solo il prodromo

Il Pass ebbe un precedente

Angela Merkel ha scatenato polemiche dopo aver detto che quando la Germania sarà in grado di offrire i vaccini a un numero sufficiente di persone, il governo dovrà considerare se dare accesso a determinate aree solo alle persone vaccinate” (Open Online).

Nel 1933 Adolf Hitler, decise di dare vita al cosiddetto “Der Ahnenpaß” ovvero un ”passaporto genealogico” che certificava che il possessore era Ariano. Dava accesso ai musei, agli edifici pubblici, ai teatri, allo studio e al lavoro.

da DWN:

I fondatori dei Verdi Tedeschi erano membri del NSDAP

Baldur Springmann e Werner Vogel, due ex membri dell’NSDAP erano membri fondatori del partito; facevano parte delle SA (Sturmabteilung), il movimento ecologico-omosessuale che Hitler soppresse. L’avviso di necrologio di Baldur Springmann, morto nel 2003 ( si può vedere nella foto), è apparso sulla “Nordische Zeitung”. Colpiscono sia i simboli di nascita che di morte – è stata usata la runa nordica della vita (per evitare il simbolo cristiano della croce) – così come le date: il c

 calendario immaginario della razza  ‘Nordungen’, che avrebbe avuto il periodo di massimo splendore della cultura megalitica in cui furono erette le pietre di Stonehenge.


“Springmann gestiva l’azienda agricola Springe a Geschendorf (distretto di Segeberg) dagli anni ’50 utilizzando il metodo biodinamico. Springmann è stato coinvolto nel movimento anti-nucleare ed è stato un membro fondatore del Partito dei Verdi nel 1980. Poco dopo si separò dai Verdi perché, secondo lui, si erano spostati troppo a sinistra ”, secondo il“ mondo ”.

“ Watson.ch ” letteralmente: “Anche l’agricoltore biologico estremista di destra ed ex nazista Baldur Springmann – membro fondatore dei Verdi tedeschi nel 1980 – apparteneva a questo gruppo (SA). Come altri ambientalisti del pensiero popolare, Springmann aveva idee esoteriche. Ha gestito la sua azienda agricola secondo i principi dell’agricoltura biodinamica, che risale all’antroposofista Rudolf Steiner “.

La ” FAZ ” spiega di Vogel : “Poi l’Associated Press ha scoperto che Vogel non era solo un simpatico vecchio, ma era anche un leader della Sturmabteilung durante l’era nazista. Ora potrebbe risultare che Vogel – sebbene sia morto dal 1992 – ha anche segnato un altro capitolo nella storia del partito. Durante la sua vita, il presidente quasi anziano era qualcosa come il commissario del partito per due comuni vicini ai Verdi, in cui si dice che i casi di abusi sessuali si siano verificati più volte “.

Il Gran Reset si rivela sempre più chiaramente un nazismo accuratamente depurato delle cose buone: l’assorbimento della disoccupazione in sei mesi, il pieno impiego, l’avanzamento scientifico, le vacanze operaie, l’aumento del benessere generale delle masse, le autostrade. Restano solo ecologismo estremo, irrazionalismo, anticristianesimo, ed eliminazione delle bocche inutili sulla base di una pseudo-scienza oscurantista.

https://www.maurizioblondet.it/55053-2/

Nessun commento:

Posta un commento