L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 14 maggio 2021

E' tutta propaganda per obbligare le persone a vaccinarsi, l'evidenza è nel mettere in mostra il vaccino e NON si nomina i guariti

VENERDÌ 14 MAGGIO 2021
Negli Stati Uniti le persone completamente vaccinate potranno andare in giro senza mascherine, anche al chiuso


Giovedì le autorità sanitarie degli Stati Uniti hanno detto che le persone interamente vaccinate contro il coronavirus – e quindi che hanno già ricevuto due dosi, nei casi in cui il vaccino lo preveda – potranno andare in giro senza mascherine e senza rispettare il distanziamento fisico, anche al chiuso (con alcune eccezioni). Rochelle Walensky, la direttrice del Centers for Desease Control and Prevention (CDC), l’organo che controlla la sanità pubblica negli Stati Uniti, ha detto che la decisione è stata presa sulla base della diminuzione dei contagi da coronavirus e vista l’efficacia dei vaccini nel prevenire le forme gravi di COVID-19.

Le eccezioni prevedono che le mascherine andranno indossate per andare da un medico, nelle case di riposo, nei rifugi per senzatetto e nelle carceri, ma anche per viaggiare sui mezzi pubblici, in treno o in aereo. Non è ancora chiaro che regole saranno introdotte in altri luoghi, per esempio le scuole, ma i CDC forniranno maggiori informazioni nei prossimi giorni. Le persone dovranno comunque rispettare eventuali leggi dei singoli stati, o anche locali, che impongano l’utilizzo delle mascherine o il rispetto del distanziamento fisico. Le maggiori critiche alle nuove raccomandazioni riguardano la preoccupazione che vengano percepite come un “liberi tutti”, e che le autorità non potranno controllare tutti quelli che non indossano le mascherine, per stabilire chi davvero abbia ricevuto un vaccino.

Le nuove indicazioni sono anche un modo per incentivare le persone a vaccinarsi il prima possibile: ad aver completato il ciclo di vaccinazione negli Stati Uniti è oltre un terzo della popolazione, ad aver ricevuto almeno una dose il 46 per cento (in Italia siamo rispettivamente al 14 e al 31 per cento).

Nessun commento:

Posta un commento