L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 14 maggio 2021

Le forze armate statunitensi dispiegate illegalmente nel territorio della Siria sono state fermate dalla polizia militare russa che le ha rimandate indietro

MEDITERRANEO
13 Maggio 2021 22:56
Polizia militare russa blocca convoglio USA in Siria


I membri della polizia militare delle forze armate russe hanno fermato, oggi, un convoglio di veicoli statunitensi nel nord-est della Siria che si stava muovendo lungo un percorso non coordinato, riferisce l'agenzia TASS, citando fonti militari.

La carovana, che consisteva in sei veicoli tattici leggeri MRAP, ha dovuto voltarsi dopo essere stata intercettata dall'esercito russo.

"Nel nord-est della Siria, c'è stato un altro caso di violazione dei protocolli di allentamento del conflitto da parte di unità delle forze armate statunitensi dispiegate illegalmente nel territorio della Siria, nella provincia di Hasaka", ha spiegato il contrammiraglio Alexánder Kárpov, del Centro russo per la riconciliazione delle parti belligeranti in Siria.

Ha anche ricordato che il convoglio stava viaggiando verso ovest sulla strada M-4 senza averlo informato in anticipo.

In precedenza, Mosca e Damasco hanno sottolineato che le azioni degli Stati Uniti nei territori che controlla nel paese arabo portano a un'ulteriore radicalizzazione delle persone che vivono lì.

A differenza delle truppe russe, le forze armate statunitensi operano sul territorio siriano senza l'autorizzazione del governo. In questo senso, le autorità siriane hanno liquidato la presenza delle forze statunitensi come invasione e occupazione del loro territorio sovrano.

Nessun commento:

Posta un commento