L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 27 giugno 2021

Gli inglesi perdono documenti segreti

La risposta dei russi agli inglesi: “Avete smarrito voi questi fascicoli riservati?”

Ricordate  il cacciatorpediniere   britannico Defender che ha condotto la provocazione nel Mar Nero, attraversando le acque nazionali russe della Crimea? Convinta di aver fatto un bello scherzo  ai moscoviti.

Ed ecco la risposta dei moscoviti: “Pardon signore, credo che abbia smarrito questi documenti top secret della Difesa!”. I

In altre parole: “Documenti sensibili della difesa del Regno Unito contenenti dettagli sull’HMS Defender e sull’esercito britannico sono stati trovati da un passante  – a una FERMATA DELL’BUS! Il Ministero della Difesa ha confermato che un membro dello staff aveva segnalato la perdita, nel frattempo il pendolare ha consegnato le informazioni classificate alla BBC, che si dice sia un o spesso dossier  di 50 pagine.

Ovviamente i russi hanno letto i documenti segreti così stranamente “smarriti” … e  sono in grado di riferirne il contenuto. I punti essenziali:

▪️Il viaggio dell’HMS Defender è stato descritto come “passaggio innocente” ma è stato condotto   in modo pianificato, sapendo che la Russia avrebbe risposto. ▪️Le discussioni sull’operazione  [la  provocazione] soprannominata “Op Ditroite” erano ancora in corso fino a lunedì, mentre i funzionari del Regno Unito speculavano sulla risposta della Russia alla loro “festa di benvenuto” ▪️Le recenti esercitazioni militari nel Mediterraneo, con le forze britanniche e russe vicine, sono state descritte come insignificanti e “in linea con le aspettative”. ▪️Nel testo si sostiene  che le interazioni con l’esercito russo sarebbero diventate “più frequenti e assertive”. ▪️Le diapositive hanno mostrato diversi percorsi e opzioni che i funzionari del Regno Unito pensavano fossero “sicuri e professionali” – e “né sicuri né professionali”.

Un percorso alternativo è stato preso in considerazione dall’HMS Defender: sembra che sia stato escluso per paura che la Russia lo descrivesse come “il Regno Unito s’è spaventato/è scappato”.

▪️I documenti includevano anche dettagli sulle esportazioni di armi e sulle aree di concorrenza con gli alleati europei, con preoccupazioni che la Brexit potesse cambiare lo status quo.

▪️I primi mesi in carica di Biden sono analizzati come “continuità dalla precedente amministrazione” – in particolare sulla Cina.

Un documento top secret contrassegnato “solo per occhi  del Regno Unito” delinea  raccomandazioni sul rimanere in Afghanistan dopo il ritiro della NATO e la possibile richiesta di assistenza degli Stati Uniti – mentre afferma che la situazione in Afghanistan sta “diventando più pericolosa”.

I documenti segreti perduti e ritrovati (dai russi)

I documenti includevano anche dettagli sulle esportazioni di armi e sulle aree di concorrenza con gli alleati europei, con la preoccupazione che la Brexit possa cambiare lo status quo. Insomma i russi hanno dimostrato agli inglesi che i loro segreti sono, per Mosca,  pagine aperte e squadernate, che possono procurarsi la loro documentazione, che la provocazione del Mar Nero è stata voluta e freddamente pianificata… più le valutazioni “riservate”  su Biden e la Cina,

https://www.maurizioblondet.it/la-risposta-dei-russi-agli-inglesi-avete-smarrito-voi-questi-fascicoli-riservati/

Nessun commento:

Posta un commento