L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 24 giugno 2021

L'incidente nel Mar Nero voluto e provocato

Londra farà navi da guerra con l’Ucraina. Sparati colpi dai russi.

Mar Nero. Una  nave di  russa ha sparato colpi di avvertimento vicino all’HMS Defender, un cacciatorpediniere  britannico,   tipo 45 della Royal Navy, per aver violato i confini marittimi della Russia, secondo l’agenzia di stampa statale russa  RIA . citando il Ministero della Difesa russo.

Il punto  è che sul Defender, il 21 giugno, Ucraina e Inghilterra hanno firmato, in pompa magna,  la fabbricazione congiunta di navi da guerra  e basi militari navali per la Ucraina.   Di fatto  un’alleanza di  Londra con Kiev,  in funzione anti-russa.

Il comunicato:

Il 21 giugno a Odessa a bordo del cacciatorpediniere missilistico HMS DEFENDER della Royal Navy, il ministro degli appalti della difesa della Gran Bretagna Jeremy Quin e il vice ministro della Difesa dell’Ucraina Oleksandr Myroniuk hanno firmato “un memorandum sui progetti di partnership marittima tra il consorzio industriale del Regno Unito e la marina ucraina, “.

In particolare, il memorandum prevede la progettazione e la costruzione congiunte di navi da guerra in Ucraina e Gran Bretagna, la ricostruzione delle imprese cantieristiche ucraine e la costruzione di due basi delle forze navali ucraine.

La cerimonia della firma si è svolta a bordo di una delle navi più moderne della Royal Navy, la HMS Defender, ….Hanno anche osservato l’attività di addestramento congiunto delle forze speciali ucraine, britanniche e statunitensi.

HMS Defender è arrivato a Odessa venerdì. Questa magnifica nave da guerra è la seconda nave della Royal Navy a visitare Odessa nelle ultime due settimane dopo la HMS TRENT.

I progetti navali congiunti e le visite regolari di navi da guerra sono esempi importanti degli stretti legami tra il Regno Unito e l’Ucraina, come partner e nazioni amiche.

Il cacciatorpediniere HMS DEFENDER è arrivato a Odessa lo scorso venerdì 18 giugno.

Dopo l’incidente, la Russia ha convocato i funzionari britannici a Mosca per spiegare cosa fosse successo. Si ricorda che  il Regno Unito e i suoi alleati della NATO non riconoscono la Crimea come territorio russo dopo che Mosca ha annesso l’Ucraina nel 2014. Nei fatti, la Defender si è avvicinata alle costa come fosse appartenente all’Ucraina invece che allo spazio marittimo russo.

Una chiara provocazione.  Che fosse preordinata lo dimostra  il fatto che  un “aereo per la raccolta di informazioni statunitensi” era nella regione “forse per valutare la natura della risposta russa alla violazione delle acque territoriali russe da parte del Regno Unito”.

Nessun commento:

Posta un commento