L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 24 giugno 2021

Quale è il motivo recondito di provocare la Russia? Non serve a nessuno ne oggi ne domani, la Gran Bretagna ne deve dar conto a TUTTI

Tensione nel Mar Nero, "colpi di avvertimento russi contro una nave da guerra britannica"

Mosca protesta sostenendo che il cacciatorpediniere avesse violato le sue acque internazionali

aggiornato alle 14:44 23 giugno 2021

© AFP - Il cacciatorpediniere britannico Hms Defender

AGI - Una motovedetta russa e un jet Su-24 avrebbero sparato colpi di avvertimento contro un cacciatorpediniere britannico che navigava nel Mar Nero, nella zona di Capo Fiolent: a riferirlo è stato il ministero della Difesa di Mosca, sostenendo che la nave da guerra di Londra aveva violato le acquee territoriali russe, circostanza negata però da Londra che ha anche smentito i colpi di avvertimento.

La versione russa

Alla nave Hms Defender "è stato dato un avvertimento preliminare che armi sarebbero state usate se i confini della Federazione russa fossero stati violati. Non ha reagito all'avvertimento", ha spiegato il ministero, precisando che il cacciatorpediniere britannico Hms Defender ha lasciato le acque territoriali russe dopo che dei colpi sono stati sparati.

La protesta

Il ministero della Difesa russo ha convocato l'attaché militare britannico a Mosca in merito all'incidente avvenuto nel Mar Nero. Londra, però, ha smentito l'episodio. "Nessun colpo di avvertimento è stato sparato verso l'Hms Defender", ha scritto su Twitter il ministero della Difesa britannico, "l'imbarcazione della Royal Navy stava effettuando un innocente passaggio attraverso le acque territoriali ucraine nel rispetto del diritto internazionale". La Russia ha annesso la penisola di Crimea, sul Mar Nero, nel 2014 con un referendum non riconosciuto dalla comunità internazionale.

Nessun commento:

Posta un commento