L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 25 luglio 2021

Il passaporto dei vaccini sperimentali è un flop. Terrore e paura come metodo di governo, è saltata l'apparenza del voto della democrazia

22 JULY 2021


Ormai ce n'è una al giorno. Anzi, una al minuto secondo. Il Green Pass era stato studiato da anni per arrivare laddove ci vogliono portare: alla discriminazione, all'apartheid dei non vaccinati, alla divisioni e a eventuali lotte intestine tra vaccinati e non vaccinati. All'odio per chi resiste e vuole sapere la verità sul siero genico. Sì, avete letto bene. Sono loro gli odiatori e odiocrati, quelli che rischiano di scatenare una vera e propria caccia all'uomo con termini che si usano verso gli scarafaggi e i topi: "stanare", "snidare"., "tracciare" "tracciamento". Ieri l'altro era la volta del giurista Giovanni Maria Flick (presidente emerito della Consulta ) e delle sue interpretazioni arbitrarie della Costituzione secondo le quali la vaccinazione sarebbe già in sé costituzionalmente obbligatoria. Poi c'è la direttrice di Confindustria Francesca Mariotti (ah, le donne, quanto son umane!) e la sua email che doveva essere "riservata", ma è stata intercettata dal quotidiano Il Tempo, nella quale i lavoratori non vaccinati devono essere lasciati a casa senza stipendio. Un plauso al Tempo per aver svelato questi sordidi altarini e di averne fatto un ottimo scoop. A quando i pensionati senza pensione, se non si faranno marchiare dal siero mRNA? Non preoccupatevi: di questo passo ci arriveremo. La strada è aperta. Suppongo che a tale proposito la Trimurti sindacale possa pure collaborare "costruttivamente" con la Confindustria per "la sicurezza e salute" del Paese. Sindacati e industriali, uniti nella lotta! E via alla macelleria sociale, causa virus.


Andiamo avanti. Ora salta su la solita veterinaria-virologa Ilaria Capua dal suo nido in Florida sempre in collegamento diretto su La 7 (trasmissione Di Martedi per la quale percepisce 2000 euro per soli 10 minuti di comparsa), a dirne un'altra. Per "snidare" i non vaccinati è sufficiente il ricatto sanitario: il non accesso alle cure ospedaliere in caso di bisogno. Un milione, due milioni al giorno di degenza ospedaliera sono un buon deterrente per correre a vaccinarsi no? Dopotutto la paura di andare in bancarotta, fa novanta.

Lo sa o no la Capua che il vaccino non è obbligatorio e che non hanno il coraggio di obbligarci a farlo, a causa del Codice di Norimberga e della Convenzione di Oviedo? E che il Green Pass è solo un mezzo persuasivo e ricattatorio per renderlo tale?

Ilaria Capua, ospite fissa a La7

Ogni giorno dobbiamo sentire le contumelie e nemmeno troppo larvate minacce di autentici malfattori con i loro aut aut: o ti vaccini o non viaggi, o ti vaccini o non entri al concerto, o ti vaccini o non lavori, o ti vaccini o non ti curiamo più. O ti vaccini o ti togliamo lo stipendio. O ti vaccini o sul treno ti mettiamo in vagoni speciali. Non scherzo, è successo nella giunta dell'Emilia-Romagna dove un assessore vuole carrozze separate sui treni come in Sud-Africa. A questo punto, emigrare nei califfati islamici è meglio che rimanere in un paese simile. E poi già che ci siamo, perché non estendere i pagamenti a tutte le altre varie ed eventuali cure ospedaliere? Voglio dire, perché solo in caso di Covid? Hai bisogno di un intervento ortopedico chessò un'ernia al disco, una rottura al femore? Se non sei vaccinato non te lo facciamo.
La Capua si è rivelata una buona consigliera di Draghi: lei sì che è capace di fare quadrare i bilanci. Non avrà qualità scientifiche ma sa come arrangiare quattrini. Ecco cosa scrive oggi Mario Giordano in proposito su La Verità :

"Si immagini la scena. Uno ha l'infarto e arriva l'ambulanza. Gli chiedono: lei è vaccinato? No. O tira fuori la carta di credito o muori qui. Gli si fa pagare un prezzo di una scelta che non è obbligatoria".

Non sono una "minoranza" i non vaccinati, ma quasi la metà della popolazione, cari miei! vi piaccia o no! E anche se fossero la "minoranza" non siete forse voi quelli sempre attenti ai diritti delle minoranze? Contano solo le minoranze sessuali, etniche e religiose nel mondo ? Pertanto, attenti a voi e al vostro infame apartheid, perché questo genere di violenza può finire male. Dico solo che per molto meno di quanto è avvenuto qui, in altri paesi si lotta strenuamente. Qui si vegeta in attesa di un miracolo che solo noi possiamo generare. Sveglia, prima che si finisca in poltiglia. A proposito, Macron sulla scia di proteste vere (e non passeggiate romane in mascherina e distanziamenti, come da noi) è stato costretto a fare un pass-(o) indietro. Le nostre reti, ovviamente non ne parlano e il regime patologico e sanitocratico va avanti a blindare notizie dall'estero, con le censure. Qualcuno fermi questa follia criminale, prima che sia troppo tardi!

Giorno di Santa Maria Maddalena

Nessun commento:

Posta un commento