L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 9 luglio 2021

Si parla di tapering che conferma che l'inflazione è "transitoria"

FED: condizioni per tapering arriveranno “prima del previsto”

-8 Luglio 2021


Dal verbale della FED di giugno è emerso che le condizioni per il tapering potrebbero arrivare prima del previsto. Nonostante la questione del tapering non sia stata affrontata in modo diretto all’ultima riunione, si pensa che i funzionari intendano intensificare i colloqui in quella di fine luglio. I partecipanti hanno anche discusso del programma di acquisti da 120 miliardi di dollari su base mensile.

FED: le condizioni per il tapering ci saranno prima del previsto?

I membri degli acquisti di asset hanno evidenziaro che la serie di condizioni per ridurre il ritmo degli acquisti, il tapering, potrebbe arrivare “un po’ prima del previsto”. “Lo standard del Comitato di sostanziali ulteriori progressi è stato generalmente considerato non ancora raggiunto, sebbene i partecipanti si aspettino che i progressi continueranno. Vari partecipanti hanno affermato di aspettarsi che le condizioni per iniziare a ridurre il ritmo degli acquisti di asset potrebbero essere soddisfatte un po’ prima del previsto”. E’ quanto si legge in un passaggio del verbale. L’argomento del tapering non è stato tuttavia affrontato in modo diretto all’interno dei verbali della riunione del mese scorso della FED, la Banca Centrale statunitense. Le ultime dichiarazioni fanno però presagire che i funzionari intendono intensificare i colloqui sul tapering in via più formale nel corso della prossima riunione. Quest’ultima è prevista per la fine di luglio.

Nessun commento:

Posta un commento