L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 9 luglio 2021

Si vogliono affrancare dalla rete elettrica della Russia e Bielorussia per accodarsi a quella di Euroimbecilandia

Gli Stati baltici tagliano le importazioni di energia da Russia, Bielorussia

8 LUGLIO 2021


Litgrid ridurrà la capacità massima di importazione di elettricità da 1.250 megawatt (MW) a 400 MW a partire dal 15 settembre

L’operatore lituano del sistema di trasmissione dell’elettricità Litgrid ha affermato che taglierà di tre volte le importazioni di elettricità dalla Bielorussia come passo verso l’abbandono delle forniture di elettricità dalla Russia e dalla Bielorussia entro il 2025 e l’adesione al sistema energetico dell’Unione europea.

LA RIDUZIONE

Litgrid ridurrà la capacità massima di importazione di elettricità da 1.250 megawatt (MW) a 400 MW a partire dal 15 settembre, ha riferito l’ agenzia di stampa Interfax , citando le informazioni che Litgrid aveva inviato agli operatori della cosiddetta rete energetica BRELL, che include Bielorussia, Russia, Estonia, Lituania e Lettonia.

LA RETE SOVIETICA

A causa della ridotta capacità di trasmissione, la Lituania ridurrà in modo significativo le importazioni di elettricità commerciale dalla Bielorussia e dalla Russia attraverso la rete dall’epoca sovietica.

‘INDIPENDENZA’ ENTRO IL 2025

I tre Stati baltici – Lituania, Lettonia ed Estonia – hanno aderito all’Unione Europea nel 2004. Tuttavia, le loro reti elettriche continuano ad essere sincronizzate con quelle di Russia e Bielorussia. Nel giugno 2018, Lituania, Lettonia ed Estonia hanno concordato con la Polonia di sincronizzare la rete elettrica degli Stati baltici con la rete dell’Europa continentale entro il 2025.

“Lituania, Lettonia ed Estonia hanno sempre considerato una minaccia la loro dipendenza da Mosca e le loro preoccupazioni sono aumentate dopo la crisi in Ucraina. Tuttavia, tagliare questo ‘cordone ombelicale’ si è rivelato una strada in salita”, ha affermato la Commissione europea nel 2018.

Nessun commento:

Posta un commento