L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 15 luglio 2021

Sono disperati una volta che hanno praticato i vaccini sperimentali su quella massa più influenzabile quella altrettanta massa si rifiuta di fare da cavia per gli sperimenti e allora minacciano sbraitano e vorrebbero imporre. Non dimentichiamo la speculazione sui tamponi farlocchi chiesti ad ogni piè sospinto e che è la tangente di stato per conto delle case farmaceutiche, almeno 20 euro a botta

“Liberté!” (In Francia. In Italia, più diritti ai sodomiti

Maurizio Blondet 14 Luglio 2021

” A seconda della valutazione della situazione, dovremo porci la questione della vaccinazione obbligatoria per tutti i francesi ” (Macron)

Cesare Sacchetti:

Personalmente, sono abbastanza scettico sull’applicazione pratica del pass verde in Francia. In teoria, è richiesto per entrare nei bar e nei supermercati ma nella vita quotidiana è praticamente impossibile chiedere prova di un tampone per prendere il caffè al bar tutti i giorni. La sensazione è che questo non sia altro che un enorme bluff da parte del regime di Macron e della cabala mondialista. E’ un bluff per spingere le persone a farsi il vaccino. La maniera migliore però per smascherare un bluff è quello di andarlo a vedere. Vai pure avanti, Macron. Mostraci come riuscirai ad applicare questa assurda “regola” nella vita quotidiana. Il tuo bluff andrà in mille pezzi molto presto.

Video Player
00:00
00:25

 

 

Lo critica anche Libération…

Billet

Pass sanitaire : Emmanuel Macron, monarque absolu en CDD

Les restrictions sans précédent des libertés publiques ont toutes été décidées par un homme seul : le Président.

 

www.liberation.fr/resizer/kKQyTrM9uznuFFaDb8r6Kv2CPpI=/800x0/filters:format(jpg):quality(70)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com/liberation/T6JUTQNRGFGBLHEI5IG2DVG67I.jpg" media="screen and (min-width: 992px)" />www.liberation.fr/resizer/kKQyTrM9uznuFFaDb8r6Kv2CPpI=/800x0/filters:format(jpg):quality(70)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com/liberation/T6JUTQNRGFGBLHEI5IG2DVG67I.jpg" media="screen and (min-width: 768px)" />www.liberation.fr/resizer/kKQyTrM9uznuFFaDb8r6Kv2CPpI=/800x0/filters:format(jpg):quality(70)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com/liberation/T6JUTQNRGFGBLHEI5IG2DVG67I.jpg" media="screen and (min-width: 0px)" />

par Jean Quatremer, correspondant à Bruxelles (UE)

La transformation du «certificat sanitaire», permettant de voyager entre les pays européens, en «pass sanitaire», conditionnant l’accès à une série de services, ce qui revient à imposer en catimini une obligation vaccinale, a été décidée par Emmanuel Macron seul, lundi, dans le secret de son bureau avant d’être annoncée aux Français le soir même. Certes, le matin il a consulté le «Conseil de défense», version moderne du cabinet du roi, à la composition variable et au fonctionnement opaque, court-circuitant comme toujours le Conseil des ministres constitutionnellement encadré. Mais c’est tout : les forces vives du pays ont été tenues à l’écart, tout comme les responsables politiques de la majorité et de l’opposition. Et l’Assemblée nationale, contrôlée par LREM et ses vassaux, ratifiera …

Chez PolMacron furibard contre le Conseil d’Etat : «Un tribunal de province ferait ça, on dirait qu’il n’est pas au niveau»
LIBERATIONCovid-19 : le pic de l’épidémie attendu dans «sept à dix jours»
(Frattanto in Italia il Parlamento dibatte  furiosamente per insegnare ai bambini a diventare trans.  Un tema di scottante attualità)

Nessun commento:

Posta un commento