L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 30 luglio 2021

Spremere più denaro possibile. Il governo ha creato appositi percorsi in cui sei obbligato a pagare tangenti di stato, spesso e volentieri più volte, per tamponi farlocchi

Covid, quanto costa fare il tampone rapido in Italia: i prezzi regione per regione

CRONACAFOTOGALLERY
28 lug 2021 - 10:5812 foto©Ansa

Dal 6 agosto per ottenere il Green Pass, chi non avrà il vaccino dovrà rivolgersi a laboratori e farmacie per un test: si parla di circa 15 milioni e mezzo di italiani. Ma quali sono i test ritenuti validi per la certificazione verde? E quanto costano?

1/12©Ansa

Dal 6 agosto scatta il Green Pass per una serie di attività: circa 15 milioni e mezzo di italiani non vaccinati con più di 12 anni dovranno ricorrere al tampone per andare al ristorante al chiuso, allo stadio, al cinema, a teatro, prendere parte a un concorso e fare molto altro. Ma che tipo di tampone andrà fatto? E quanto costa?Green Pass, si valuta di estenderlo a treni, aerei e navi: tutti i prossimi passi
2/12

Circa 38 milioni e mezzo di persone potranno contare sul Green Pass: potranno richiederlo tutti i vaccinati con prima dose da almeno 15 giorni e chi è guarito dal Covid nei sei mesi precedenti. Per gli altri sarà necessario un certificato provvisorio con un tampone effettuato entro per 48 ore precedentiCovid, tamponi a prezzo calmierato ed esenzioni green pass: le novità in arrivo
3/12

Non sono validi i tamponi “fai da te”, come quelli acquistabili autonomamente su internet, occorrerà invece un tampone molecolare o un tampone rapidoGreen Pass, arriva l’app per i controlli: ecco come funziona. Sanzioni fino a mille euro
4/12

Sarà dunque possibile sottoporsi a test a pagamento in farmacia o in laboratori privati. O gratuitamente nelle sedi allestite in alcune stazioni dalla Croce Rossa ItalianaTamponi, da 6 agosto pass provvisori per chi non è vaccinato. VIDEO
5/12

Il Governo ha stanziato 14 milioni e sta lavorando per garantire al più presto, e fino al prossimo 30 settembre, un prezzo calmierato. Ma attualmente nei laboratori privati un tampone rapido può arrivare a costare intorno ai 50 euro, e uno molecolare sui 100 euro
6/12

Nelle farmacie i prezzi variano da regione a regione, a seconda degli accordi presi. In Emilia Romagna è stato fissato un prezzo a 15 euro
7/12

In Puglia, Abruzzo e Marche un tampone costerà invece 20 euro
8/12

Campania, Toscana e Lazio hanno fissato un prezzo di 22 euro
9/12

Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno invece raggiunto un accordo per 26 euro a tampone
10/12

In Liguria il prezzo sarà variabile, dai 20 ai 35 euro a seconda della generazione del test; 35 euro anche in Valle d'Aosta
11/12

In Piemonte infine è stato fissato un prezzo di 25 euro
12/12©Ansa

Per tutte le altre regioni è libero mercato. In Lombardia il prezzo di un tampone può variare dai 20 euro in un paesino agli oltre 40 euro in un negozio del centro di Milano

Nessun commento:

Posta un commento