L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 2 settembre 2021

I Passaporti dei vaccini sperimentali non hanno niente a che fare con il contagio dell'influenza covid è solo strumento politico per imprimere Paura&Terrore il nuovo metodo di governo

L'epidemiologo di Harvard afferma che il caso dei passaporti dei vaccini COVID è stato appena demolito

DI TYLER DURDEN
GIOVEDÌ 2 SETTEMBRE 2021 - 04:30

Uno studio medico appena pubblicato ha rilevato che l'infezione da COVID-19 conferisce una protezione considerevolmente più duratura e più forte contro la variante Delta del virus rispetto ai vaccini.

"Laprotezione immunitaria naturale che si sviluppa dopo un'infezione da SARS-CoV-2 offre molto più di uno scudo contro la variante Delta del coronavirus pandemico rispetto a due dosi del vaccino Pfizer-BioNTech,secondo un ampio studio israeliano che alcuni scienziati desiderano sia arrivato con un'etichetta 'Non provare questo a casa'", ha riferito giovedì Scientific American. "I dati appena rilasciati mostrano che le persone che una volta avevano un'infezione da SARS-CoV-2 avevano molte meno probabilità rispetto alle persone vaccinate di ottenere Delta, sviluppare sintomi da esso o diventare ricoverati in ospedale con COVID-19 grave".


In altre parole, gli individui vaccinati avevano 27 volte più probabilità di ottenere un'infezione sintomatica da COVID rispetto a quelli con immunità naturale da COVID.

Un colpo mortale ai passaporti dei vaccini?

I risultati arrivano mentre molti governi in tutto il mondo chiedono ai cittadini di acquisire "passaporti vaccinali" per viaggiare. New York City,la Franciae le province canadesi del Quebec e della Columbia Britannica sono tra coloro che hanno recentemente abbracciato i passaporti dei vaccini.

Nel frattempo, l'Australia ha lanciato l'idea di rendere i tassi di vaccinazione più elevati una condizione per revocare il blocco nelle giurisdizioni, mentre il presidente Joe Biden sta considerando di rendere illegali i viaggi interstatali per le persone che non sono state vaccinate per COVID-19.

I passaporti dei vaccini sono moralmente dubbi per molte ragioni, non ultima delle quali è che la libertà di circolazione è un diritto umano fondamentale. Tuttavia, i passaporti dei vaccini diventano ancora più insensati alla luce delle nuove scoperte di Israele e delle rivelazioni del CDC, dicono alcuni.

Il professore della Harvard Medical School Martin Kulldorff ha detto che la ricerca che dimostra che l'immunità naturale offre esponenzialmente più protezione rispetto ai vaccini significa che i passaporti dei vaccini sono sia non scientifici che discriminatori, dal momento che colpiscono in modo sproporzionato gli individui della classe operaia.

"La malattia COVID precedente (molti della classe operaia) fornisce un'immunità migliore rispetto ai vaccini (molti professionisti), quindi i mandati sui vaccini non sono solo sciocchezze scientifiche, sono anche discriminatori e non etici",ha osservato Kulldorff, biostatistico ed epidemiologo, su Twitter.

Né lo studio di Israele è una tantum. I resoconti dei media mostrano che non meno di 15 studi accademici hanno scoperto che l'immunità naturale offre un'immensa protezione da COVID-19.

Inoltre, la ricerca del CDC mostra che gli individui vaccinati vengono ancora infettati da COVID-19 e portano la stessa quantità del virus nella gola e nel passaggio nasale degli individui non vaccinati.

"Le alte cariche virali suggeriscono un aumento del rischio di trasmissione e hanno sollevato la preoccupazione che, a differenza di altre varianti, le persone vaccinate infette da Delta possano trasmettere il virus", ha osservato Walensky, direttore del CDC Rochelle, a seguito di un'epidemia di Cape Cod che includeva per lo più individui vaccinati.

Questi dati suggeriscono che gli individui vaccinati stanno ancora diffondendo il virus proprio come gli individui non vaccinati.

La conclusione

I passaporti dei vaccini sarebbero immorali e un massiccio sconfinamento del governo anche in assenza di questi risultati. Semplicemente non c'è alcun parallelo storico per i governi che tentano di limitare i movimenti di persone sane su un virus respiratorio in questo modo.

Eppure la giustificazione per i passaporti dei vaccini diventa non solo sbagliata ma assurda alla luce di queste nuove rivelazioni.

Le persone che hanno avuto COVID hanno già una protezione significativamente maggiore dal virus rispetto alle persone che sono state vaccinate. Nel frattempo, le persone che non hanno avuto COVID e scelgono di non farsi vaccinare possono o meno prendere una decisione poco saggia. Ma se lo sono, stanno principalmente mettendo a rischio solo se stessi.

Jonathan Miltimore è il Managing Editor di FEE.org. I suoi scritti/ reportage sono stati oggetto di articoli sulla rivista TIME, The Wall Street Journal, CNN, Forbes, Fox News e Star Tribune.

Bylines: Newsweek, The Washington Times, MSN.com, The Washington Examiner, The Daily Caller, The Federalist, the Epoch Times.

Nessun commento:

Posta un commento