L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 29 ottobre 2021

I prezzi delle case rispetto al reddito rende l'alloggio inaccessibile per molti segmenti della popolazione

I prezzi delle case salgono alle stelle in Lussemburgo, Turchia e Nuova Zelanda

FMI

Autore:Redazione
28 ottobre 2021, 10:41

I prezzi delle case continuano ad aumentare in molti Paesi del mondo secondo il Global House Price Index del FMI. "I valori hanno ignorato gli effetti della pandemia", sottolineano dall'agenzia. Degli oltre 60 Paesi analizzati, tre quarti hanno registrato aumenti dei prezzi delle case nel corso del 2020 e da allora hanno continuato la salita.

"I bassi tassi di interesse hanno contribuito al boom dei prezzi delle case, così come la spinta fornita dall'azione del governo e l'aumento della necessità per i lavoratori di lavorare da casa", afferma lo studio del FMI. In molti Paesi, compresi gli Stati Uniti, le ricerche di casa online hanno raggiunto livelli record.

Insieme a questi fattori di domanda, anche i prezzi delle case sono aumentati a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento che hanno aumentato i costi di vari prodotti nel processo di costruzione.

L'aumento dei prezzi delle case rispetto al reddito rende l'alloggio inaccessibile per molti segmenti della popolazione, come evidenziato nello studio del FMI sull'accessibilità economica degli alloggi in Europa. “Le persone ad alto reddito che continuano a lavorare da casa fanno offerte per case più grandi, rendendo le case meno convenienti per i residenti meno abbienti. L'aumento dei prezzi delle case ha anche avuto un impatto sull'inflazione primaria in alcuni Paesi e potrebbe contribuire a pressioni inflazionistiche più persistenti", aggiungono.

Ma il FMI prevede che il ritiro del sostegno politico quando le economie inizieranno a riprendersi, l'aumento dei tassi di interesse e il ripristino delle forniture di materiali da costruzione potrebbero portare a una certa normalizzazione dei prezzi delle case.

Nessun commento:

Posta un commento