L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 7 ottobre 2021

La Vostra SCIIENZA dice anche che la Tachipirina di Speranza memoria nella VIGILE ATTESA ha aumentato il numero in Terapia intensiva. I morti sono in attesa di giustizia

LA TACHIPIRINA HA AUMENTATO IL NUMERO DEI PAZIENTI IN TERAPIA INTENSIVA. STUDIO DEL JOURNAL OF MEDICAL VIROLOGY

Maurizio Blondet 1 Ottobre 2021

Marcello Pamio – 30 settembre 2021
Il 25 giugno 2021 il Journal of Medical Virology ha pubblicato uno studio che chiarisce finalmente il ruolo pericoloso della tachipirina nella cura della Covid.
Lo abbiamo detto in tutte le salse: il paracetamolo depaupera il glutatione (GSH) aumentando notevolmente i rischi!
La riduzione del GSH è una condizione particolarmente grave per la risposta antiossidante e antinfiammatoria che fa peggiorare il quadro. Nel 2019 (dati AIFA) il paracetamolo acquistato era di 16/20 scatole/giorno ogni 10.000 abitanti: nel periodo gennaio-febbraio 2020 ha raggiunto un incremento di circa 50 pacchetti/giorno: quasi triplicato!
Sarebbe imbarazzante affermare che l’enorme aumento dei pazienti anziani entrati in terapia intensiva o il numero di decessi per patologie respiratorie possano avere come fonte causale l’assunzione del paracetamolo e vigile attesa. Ma è così! Lo studio conclude confermando che i pazienti che usavano la tachipirina come terapia domiciliare elettiva nella fase iniziale avevano un rischio maggiore di essere ricoverati e intubati…
Chi paga i danni e le morti? A quando l’arresto del ministro della salute e dei suoi esperti?
______
🔗DISINFORMAZIONE (https://t.me/marcellopamio)

Paracetamol in the home treatment of early COVID‐19 symptoms: A possible foe rather than a friend for elderly patients?
Click on the article title to read more.

Nessun commento:

Posta un commento