L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 26 ottobre 2021

Passaporto dei vaccini sperimentali escluso la logistica che ha delle norme specifiche e privilegiati. Cialtroni al governo cercasi

Green Pass autotrasporto: Conftrasporto, estenderlo agli autisti esteri che entrano in Italia


lunedì 25 ottobre 2021

Oltre una settimana fa era arrivata una circolare dal MIMS e dal ministero della Salute (ne avevamo parlato qui), che esenta gli autotrasportatori provenienti dall’estero dall’obbligo del Green pass, a condizione che le operazioni di carico/scarico delle merci siano effettuate da altro personale.

E oggi, il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, che guida anche la Federazione degli Autotrasportatori Italiani (Fai), lancia un appello: rivedere tale circolare a fronte delle notizie che evidenziano come in diversi Paesi esteri la pandemia stia risalendo.
Estendere le misure di contenimento

“Appare evidente che la possibilità consentita ad autisti esteri provenienti da Paesi nei quali i livelli di Covid stanno purtroppo riprendendo vigore rischia di consentire a conducenti contagiati di agire da veri e propri diffusori del virus - avverte Uggè - Tutto questo non è accettabile, quindi le misure di contenimento debbono essere immediatamente estese a tutti: se l’autista proveniente dall’estero non ha il Green pass, allora le operazioni di carico e scarico non devono essere effettuate”.

“L’alternativa è tornare per tutti ad applicare le norme previste dal Protocollo sottoscritto all’inizio della pandemia, che si è dimostrato estremamente utile”, conclude il presidente di Conftrasporto-Confcommercio.

Nessun commento:

Posta un commento