L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 18 novembre 2021

Intelligenza Artificiale 5 -


L’intelligenza artificiale, un banco di prova per etica e diritto


Data e ora
Venerdì 19 Novembre 2021
16:30

Località
Borsa Italiana, Sala Gialla (Piazza Affari, 6)

Fino a che punto possiamo ridurre il controllo umano su alcune operazioni facendo affidamento su macchine cosiddette “intelligenti”? Se qualcosa non funziona o va storto, di chi è la responsabilità? Il progresso scientifico ha aperto una serie di sfide inedite, ponendo una serie di interrogativi di carattere etico e giuridico. Scienza, filosofia e diritto appaiono sempre più interconnesse e diventa necessario chiedersi se i vecchi sistemi di produzione delle regole funzionino correttamente in una società intrisa di tecnologia o se invece debbano essere ripensati radicalmente.

Intervengono:

Alessandro Longo, coautore con Guido Scorza di Intelligenza artificiale. L’impatto sulle nostre vite, diritti, libertà, Mondadori Università

Vittorio Marchis, autore di Dall’arte...allo zero. Piccolo dizionario filosofico dell’ingegneria, Mondadori Università

Vera Tripodi, autrice di Etica delle tecniche. Una filosofia per progettare il futuro, Mondadori Università

Modera:
Martina Pennisi (Corriere della Sera)

Nessun commento:

Posta un commento