L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 21 novembre 2021

La carenza di OFFERTA fa volare il valore delle auto usate per la gioia dell'Inflazione "transitoria"

I prezzi delle auto usate esplodono a un nuovo livello record

DI TYLER DURDEN
SABATO 20 NOVEMBRE 2021 - 08:45

Dopo la stampa piccante dell'IPCdella scorsa settimana, il grande dibattito sull'inflazione continua a dominare i titoli dei giornali. L'amministrazione Biden e i membri della Federal Reserve hanno insistito sul fatto che l'inflazione è transitoria. Ma i dati sulle auto nuove e usate mostrano che i prezzi continuano a salire, suggerendo che l'inflazione è tutt'altro che transitoria.

Chiunque acquisti un'auto usata dall'inizio della pandemia di virus è stato colpito da prezzi straordinariamente alti mentre le catene di approvvigionamento ringhiate e la carenza di chip crimppano la produzione di auto nuove, spingendo i consumatori sui mercati secondari.

L'indice di Manheim,l'indice dei prezzi dei veicoli usati all'ingrosso più riconosciuto dagli analisti finanziari ed economici, mostra che i prezzi delle auto usate sono aumentati del 4,9% nei primi 15 giorni di novembre rispetto a ottobre. L'indice complessivo è salito del 44,9% da novembre 2020.


"Come nel caso di ottobre, parte dell'aumento mensile è il risultato della destagionalizzazione, poiché novembre vede in genere un deprezzamento dei veicoli superiore alla media e quindi un calo dei prezzi utilizzati. L'aumento dei prezzi non rettificato fino a metà novembre è stato del 2,6%", afferma il rapporto.

Il rapporto suggerisce che i prezzi delle auto usate rimarranno alti mentre le case automobilistiche continueranno a lavorare attraverso i problemi della catena di approvvigionamento nel prossimo anno. Ci sono crescenti probabilità di fluttuazioni dei prezzi su e giù.

Il CFO di Ford John Lawler ha avvertito all'inizio di questo mese che i vincoli di fornitura potrebbero continuare nel 2022 e ha dichiarato: "Avremo a che fare con [problemi della catena di approvvigionamento] per un po '". Ciò significa che i prezzi delle auto usate potrebbero aumentare ulteriormente fino alla fine dell'anno.

I consumatori dovranno abituarsi a pagare un prezzo di adesivo molto alto per un'auto usata. Di seguito sono riportati i picchi medi dei prezzi delle auto usate man mano che l'offerta disponibile affonda.


I lavoratori poveri che hanno avuto i loro punteggi di credito offuscati durante la recessione della pandemia sentiranno il peso delle auto usate più costose. Se i prezzi continuano a salire, ciò significa che i redditi delle persone saranno più pesantemente ponderati per la manutenzione dei pagamenti delle auto e potrebbero togliere da altre spese (come mangiare fuori).

Secondo WaPo,"Le società di noleggio auto per la prima volta sono diventate i principali acquirenti di auto usate all'asta, invece di grandi venditori. Questo perché non riescono a ottenere abbastanza nuovi veicoli e sono alla disperata ricerca di riempire le loro flotte, dicono i dirigenti del settore".

E non sono solo le società di noleggio auto che acquistano auto usate. I rivenditori hanno assorbito le forniture per mantenere i loro parcheggi pieni.

Poiché i costi delle auto usate riprendono il loro movimento verticale più in alto, ciò suggerisce che la componente dell'auto usata dell'IPC ha più spazio per aumentare a novembre...


Non "transitorio".

Nessun commento:

Posta un commento