L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 25 novembre 2021

Ognuno da la sua spiegazione perché i morti sono di più nonostante le inoculazioni dei vaccini sperimentali

I decessi COVID negli Stati Uniti nel 2021 hanno superato il totale del 2020 ... 
Nonostante i vaccini, i trattamenti

DI TYLER DURDEN
MERCOLEDÌ 24 NOVEMBRE 2021 - 08:12

COVID-19 ha ucciso più persone nel 2021 rispetto al 2020.

Il virus è stato segnalato come la causa sottostante di morte (o una causa di morte contribuente) per circa 377.883 persone nel 2020, pari all'11,3% dei decessi, secondo il CDC. A partire da lunedì, più di 770.000 persone sono morte a causa del coronavirus, secondo i dati della Johns Hopkins University. Ciò significa che oltre 15.000 persone in più sono morte nel 2021 rispetto allo scorso anno a causa del COVID-19 e rimane ancora più di un mese.


Questo è successo nonostante il fatto che l'anno scorso nessun americano sia stato vaccinato (ora il 59% di tutti gli americani idonei ha avuto il jab "salvavita") e circa il 17% ha ricevuto colpi di richiamo ...


Il bilancio delle vittime negli Stati Uniti del 2021 ha colto di sorpresa alcuni medici. Si aspettavano vaccinazioni e misure precauzionali come il distanziamento sociale e la riduzione degli eventi pubblici per frenare la diffusione delle infezioni e ridurre al minimo i casi gravi. Ma il Wall Street Journal ha la sua spiegazione, suggerendo tassi di immunizzazione inferiori al previsto e affaticamento con misure precauzionali come le maschere hanno permesso alla variante Delta altamente contagiosa di diffondersi, in gran parte tra i non vaccinati, dicono gli epidemiologi.

Tra i passi falsi, il dottor Abraar Karan, un medico di malattie infettive presso la Stanford University, ha affermato che i funzionari della sanità pubblica non sono riusciti a comunicare efficacemente che lo scopo dei vaccini è quello di proteggere da casi gravi di Covid-19 piuttosto che prevenire completamente la diffusione dell'infezione, ilche potrebbe aver portato alcuni a dubitare dell'efficacia dei colpi.

Anche il CDC ha una scusa, sostenendo che c'è stato un sottoconteggio più ampio dei decessi covid-19 nel 2020,quando la malattia era più recente e una scarsità di test ha reso difficile la conferma di alcune infezioni.

I decessi rimangono concentrati nelle persone anziane (l'81% dei decessi del 2020 è stato tra le persone di età pari o superiore a 65 anni e il 69% della stessa coorte nel 2021).

Ancora potrebbe essere peggio (e potrebbe ancora esserlo se quest'ultima tendenza continua negli Stati Uniti)...


"Il vaccino non è una panacea", ha detto Ana Bento, epidemiologa dell'Indiana University-Bloomington.

Beh, ora è abbastanza chiaro, eh!?

Questo non doveva accadere...

Nessun commento:

Posta un commento