L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 15 dicembre 2021

20 miliardi di dollari di scambi commerciali tra Italia e Turchia

Commercio bilaterale Turchia-Italia: massimo storico, superati i 20 miliardi nel 2021


martedì 14 dicembre 2021

“Entro la fine dell'anno supereremo i 20 miliardi di dollari di scambi commerciali tra Italia e Turchia. I dati che abbiamo mostrano un commercio molto equilibrato, e quanto siano profondi e intrecciati i rapporti tra le aziende italo-turche. Allo stesso tempo, puntiamo ad aumentare l'interesse delle aziende turche in Italia”. E’ quanto affermato da Livio Manzini, Presidente della Camera di Commercio e Industria Italiana, durante il suo intervento all’ Investor Award Ceremony in Bilateral Commercial Relations lo scorso 9 dicembre.

Le premiazioni

La turca Naturel Enerji e l'azienda di superfici decorative Gentaş sono state premiate per il loro contributo ai legami Turchia-Italia. Premiato anche il designer italiano Pininfarina, che ha progettato i prototipi SUV del produttore turco di auto elettriche TOGG e la torre di controllo dell'aeroporto di Istanbul. Massimo Gaiani, l'ambasciatore italiano ad Ankara ha ringraziato i membri della camera d'affari per gli sforzi profusi per rafforzare le relazioni bilaterali tra i due Paesi e ha aggiunto: "Vorremmo ringraziare alcune delle persone che quest'anno sono venute alla ribalta nelle relazioni Turchia-Italia e, mostrandole come esempi, vorremmo aumentare l'interesse per la Turchia dall'Italia e attirare più investitori".

I numeri delle esportazioni e il primato del settore automobilistico

Secondo i dati dell'Assemblea degli esportatori turchi (TİM), le esportazioni turche verso l'Italia sono aumentate del 40,6% a novembre, raggiungendo il massimo storico di 1,04 miliardi di dollari.

Con questa cifra, l'Italia si è posizionata come quarto mercato di esportazione della Turchia dopo la Germania (1,62 miliardi di dollari), il Regno Unito (1,43 miliardi di dollari) e gli Stati Uniti (1,19 miliardi di dollari). A dominare la scena delle esportazioni turche in Italia il settore automobilistico. Le esportazioni di auto dalla Turchia all'Italia hanno infatti raggiunto i 181,4 milioni di dollari a novembre.

L'industria siderurgica (161,3 milioni di dollari), tessile e quella delle materie prime (98,5 milioni di dollari), metalli ferrosi e non ferrosi (90 milioni di dollari) e prodotti a base di nocciole (85,8 dollari) hanno seguito il settore automobilistico in termini di esportazioni turche in Italia.
Nel complesso, le esportazioni turche hanno raggiunto il massimo storico con 21,5 miliardi di dollari a novembre. Le cifre mostrano che le entrate delle esportazioni hanno superato il livello pre-pandemia.

Fonte: Hurriyet daily news

Nessun commento:

Posta un commento