L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 21 dicembre 2021

Mattarella Mattarella questa non è scienza. Abolizione di ogni spazio pubblico e di ogni relazione in presenza. Messa al bando di ogni dissenso e revoca di ogni diritto in nome del superiore principio della salute pubblica

LAMPI DEL PENSIERO
Lunedì, 20 dicembre 2021
Green Pass e tampone obbligatorio, la stretta del Leviatano tecnosanitario
LAMPI DEL PENSIERO di DIEGO FUSARO| I più accettano con ebete euforia, dacché è più facile ingannare gli uomini che mostrare loro che sono stati ingannatiL'OPINIONE di Diego Fusaro


Green Pass, tampone, lockdown e distanziamento: la squallida società orwelliana che si sta creando

Obbligo di benedizione, infame tessera verde e tampone sempre in regola. Lockdown a yoyo. Distanziamento sociale e tecnologia digitale. Volto sempre coperto e acquisto on line da colossi ecommerce.

Abolizione di ogni spazio pubblico e di ogni relazione in presenza. Messa al bando di ogni dissenso e revoca di ogni diritto in nome del superiore principio della salute pubblica. Ecco il Leviatano tecnosanitario, la squallida società orwelliana che stanno creando.

Si tratta di una riorganizzazione autoritaria nascosta e legittimata mediante l'emergenza permanente e il lessico medico-scientifico: secondo l'ordine del discorso dominante, non stanno limitando libertà e diritti, non stanno ponendo in essere un regime autoritario e una società di controllo totalitario, ma stanno solo proteggendo la nostra salute messa a rischio dall'emergenza.

I più accettano con ebete euforia e con resa colma di gratitudine, dacché è più facile ingannare gli uomini che mostrare loro che sono stati ingannati.

Nessun commento:

Posta un commento