L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 13 dicembre 2021

Morto mentre si allenava

Malore mentre fa jogging, morto poliziotto in Calabria
Lavorava nella scorta del procuratore di Catanzaro, Gratteri


Redazione ANSALOCRI12 dicembre 202120:11NEWS

(ANSA) - LOCRI, 12 DIC - Un agente di polizia in forza al Commissariato di Siderno è morto a causa di un malore mentre faceva jogging sulla spiaggia a Locri.

La vittima, Roberto Valastro, di 42 anni, sposato e padre di due figli, era da tempo uno dei componenti della scorta del Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri.

A trovare il corpo senza vita di Valastro sono stati alcuni colleghi del poliziotto che lo stavano cercando dopo che la moglie dell'agente aveva lanciato l'allarme per il suo mancato rientro a casa.
Valastro é la seconda vittima nelle fila della Polizia di Stato in Calabria nel giro di pochi giorni. Nella notte tra giovedì e venerdì era deceduto in ospedale il funzionario Antonio Trotta, di 34 anni, colpito da un aneurisma celebrale mentre domenica scorsa era impegnato nelle operazioni di prefiltraggio dei tifosi del Foggia in arrivo nel capoluogo calabrese per l'incontro di serie C tra la squadra pugliese e il Catanzaro. (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento