L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 19 dicembre 2021

Nessuna correlazione nessuna correlazione nessuna correlazione

Nessune correlazioni della settimana

Non vorrei vi fossero sfuggite

 

Milano, eroe per caso sul tram: l’infermiere-turista salva un ragazzo da un infarto. «Vorrei sue notizie»

Paul Azarcon, 31 anni, infermiere e futuro medico filippino, è in ferie con amici a Milano. Ha soccorso uno studente colpito da infarto sul 9 a Porta Romana. «Vorrei sue notizie»

Si ritira il calciatore 22enne spagnolo Monas a causa di un’improvvisa grave pericardite

Un’altra pericardite che ha colpito negli ultimi giorni i calciatori, sempre più pressati da allenatori e Federazioni per il vaccino covid, come riportato dalle parole dell’allenatore serbo Stanojević, che, come tanti, ha imposto la vaccinazione “per senso di responsabilità e per spirito di squadra” e dalle Federazioni calcistiche che chiedono in modo molto insistente le vaccinazioni agli atleti per cercare di evitare le sospensioni dei tornei.

Giovedì 16 dicembre, l’attaccante 22enne Monas dell’Universidad Católica de Murcia Club de Fútbol, meglio nota come UCAM Murcia, ha annunciato il ritiro per almeno un anno a causa di una grave pericardite.

José Javier Ros, meglio conosciuto come Monas nel mondo di calcio, ha annunciato attraverso i suoi social network di essere costretto a lasciare il calcio..

IL CAMPIONATO DEI MALORI
Malore per Piotr Zieliński, il centrocampista polacco del Napoli costretto ad uscire dopo appena 22 minuti di gioco. Dolore al petto e difficoltà respiratorie a cui sono seguiti i test nel post partita che hanno fortunatamente dato esito negativo per il calciatore del Napoli. Il 27enne polacco ha dovuto abbandonare anzitempo il campo accusando dolori all’altezza della gola e del torace. Le parole del tecnico Spalletti in conferenza stampa, rasserenato per le condizioni del giocatore, meno per il risultato della sua squadra:”Zielinski non respirava e ci siamo intimoriti con lui per paura che avesse qualcosa di differente”

Immagini simili a quelle viste ieri in occasione del match Norwich Manchester United dove il difensore Lindelöf ha dovuto abbandonare il campo a causa di un improvviso malore.

calciatore-infart

Martina Fidanza operata al cuore per una tachicardia: “Sto bene, tornerò più forte”

fidanza_ospedal_bella-kjq-u430513189721mod-528x329gazzetta-web_528x329

https://www.gazzetta.it/Ciclismo/16-12-2021/ciclismo-martina-fidanza-operata-cuore-una-tachicardia-430491142134.shtml

martina-tachicardia“Ablazione atrio destro”  del cuore non si fa per una “tachicardia”,  ma pe una gravissima miocardia. addio allo sport .

Autista di scuolabus si accascia al volante, 13enne salva i compagni

 

https://twitter.com/periucs/status/1471970038102085636

Stati Uniti

Otto casi di infiammazione cardiaca tra i bambini a cui è stato somministrato COVID-19 – US CDC

16 dicembre (Reuters) – I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno dichiarato giovedì di aver ricevuto segnalazioni di otto casi di miocardite, un tipo di infiammazione cardiaca, in bambini di età compresa tra 5 e 11 anni che hanno ricevuto Pfizer (PFE.N) e BioNTech’s Vaccino contro il covid19.

Il CDC aveva precedentemente affermato che i tassi di segnalazione di miocardite per i ragazzi di età compresa tra 16 e 17 anni potrebbero essere superiori a 69 casi per milione di dosi somministrate e circa 40 casi per milione di dosi nei ragazzi di età compresa tra 12 e 15 anni.

Nessun commento:

Posta un commento