L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 18 dicembre 2021

Per il momento la guerra è solo sugli annunci a parte le azioni segrete

15 Dicembre 2021 22:41
"Solo una mossa sbagliata!": così un quotidiano iraniano avverte Israele
La Redazione de l'AntiDiplomatico

Il quotidiano iraniano The Tehran Times rivela un elenco di obiettivi israeliani che l'Iran potrebbe attaccare se il regime israeliano fa "solo una mossa sbagliata".

Una mappa pubblicata oggi sulla prima pagina del quotidiano iraniano in lingua inglese mostra indicatori che rappresentano le postazioni di potenziali obiettivi israeliani che potrebbero essere l'obiettivo di un attacco missilistico di rappresaglia dall'Iran se Israele dovesse effettuare un'offensiva contro la Repubblica islamica.

I punti contrassegnati si trovano nei territori occupati da Israele in Palestina e nel territorio libanese, nonché nella Cisgiordania occupata.

L'immagine fa parte di un articolo in prima pagina dal titolo: “Solo una mossa sbagliata! ”, Un messaggio di avvertimento che ha avuto eco sui media israeliani non appena hanno appreso la notizia.

"L'intensificarsi delle minacce militari israeliane contro l'Iran sembra suggerire che il regime sionista abbia dimenticato che l'Iran è più che in grado di attaccarlo da qualsiasi parte" , ha scritto il quotidiano iraniano.

Ha aggiunto che "non è necessario ricordare al regime illegittimo di Israele le capacità di difesa dell'Iran".

L'articolo si conclude con una citazione del 2013 del leader della rivoluzione islamica iraniana, l'ayatollah Seyed Ali Khamenei, il quale avvertì che l'Iran avrebbe potuto distruggere Tel Aviv e Haifa se Israele avesse commesso un errore e effettua un attacco militare contro l'Iran. Ciò fa seguito a recenti rapporti sulla presunta decisione degli Stati Uniti e del regime israeliano di effettuare un finto attacco alle strutture nucleari e militari dell'Iran nel caso in cui i negoziati a Vienna (Austria) non riuscissero a riattivare l'accordo nucleare. Secondo i rapporti, il massiccio attacco simulato dell'esercitazione contro l'Iran è previsto per il prossimo anno.

Nessun commento:

Posta un commento