L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 6 gennaio 2022

Il governo sciatto e incongruo si è nascosto nella tana, bisogna stanarlo per avere risposte. Mattarella Mattarella, Garante, ancora non te ne sei andato e quindi dicci dove cazzo sei? Anche tu sei in una tana?

Cosa rischia un over 50 che non si vaccina

6 Gennaio 2022 - 12:19

Obbligo vaccinale per over 50, lo stabilisce il decreto approvato in Cdm. Eppure sono molti i punti da chiarire: quando scatta l’obbligo e cosa rischia un over 50 che non si vaccina?


Scatta l’obbligo vaccinale per gli over 50. È forse questa la norma più importante introdotta dal nuovo decreto approvato ieri sera, 5 gennaio, al termine del Consiglio dei ministri. Una riunione quella di ieri che ha condotto sull’orlo della spaccatura la maggioranza.

Il Partito Democratico chiedeva che l’obbligo vaccinale fosse esteso a tutta la popolazione, mentre la Lega aveva proposto di introdurlo per gli over 60. Alla fine, dopo accese discussioni, tensioni e svariati tentativi di mediazione, il Governo ha trovato un compromesso nell’obbligo vaccinale per chi ha compiuto più di 50 anni. Eppure molti sono i dubbi sulla nuova norma, alla fine del Cdm non si è tenuta alcuna conferenza stampa che fornisse maggiori spiegazioni e chiarimenti ai cittadini. Rimangono per tanto senza risposta alcune domande, come quando scatterà l’obbligo e cosa accade a un over 50 che non si vaccina.

Obbligo vaccinale over 50: cosa prevede il decreto

Nessuna spiegazione in conferenza stampa dopo l’approvazione del nuovo Decreto anti-Covid in Consiglio dei ministri. È stato divulgato solo uno scarno comunicato stampa, dove non sono affatto chiariti alcuni dubbi, come la data in cui entrerà in vigore l’obbligo, ma non solo.

Nessun commento:

Posta un commento